PORTO DI IMPERIA. PACE FATTA TRA COMUNE/GO IMPERIA E ASSOPORTO. SIGLATO L’ACCORDO. CAPACCI:”UNA NUOVA PRIMAVERA PER IL PORTO” / I DETTAGLI

Home Imperia

12970144_10207635003487080_412818113_o

“Nel marasma giudiziario che interessa il porto della Città, l’associazione titolari posti barca “Assoporto”, l’Amministrazione comunale e la GoImperia hanno ordinato i loro rapporti con un accordo che segna una nuova primavera per gli utenti del bacino portuale”.A scrivere sono il Sindaco di Imperia, Carlo Capacci e il presidente di Go Imperia, Roberto Balbo.

Spiragli di luce – proseguono i due amministratori – tracciano un orizzonte nitido nella nebbia dei fallimenti, delle decadenze concessorie, delle responsabilità relative a un porto incompleto e i cui posti barca sono stati pagati da chi, involontariamente, si è trovato nel vortice delle notissime vicende della Porto SpA.

Gli utenti Assoporto, contestando sempre la scarsità dei servizi e l’incompletezza del porto, hanno però, e da sempre, riconosciuto parte del corrispettivo per gli oneri di gestione alla Porto SpA.
A seguito delle trattative intraprese a favore e con tutti gli utenti del porto, Assoporto, quale associazione maggiormente rappresentativa dei “titolari di posto barca” ha condiviso, valutato e sottoscritto, con la GoImperia, il contratto di utenza corrispondendone i relativi oneri. 
Tale possibilità è stata riconosciuta sulla base di quanto a suo tempo  deliberato dal Consiglio Comunale, che ha previsto, nell’ambito dell’attività negoziale con i fruitori dei servizi, ed in particolare con chi aveva stipulato atti inerenti a diritti personali di godimento in vigenza della concessione demaniale marittima n°2306/06, la possibilità di adottare misure in grado di prevenire vertenze legali e di produrre effetti deflattivi di contenziosi eventualmente insorti, nonché di conseguire obiettivi di promozione, incremento dell’appetibilità, sviluppo commerciale.
Dall’accordo sono derivati anche reciproci impegni che, nel comune cammino, saranno rispettati a beneficio di chi, come Assoporto, ha investito danaro per l’acquisto dei posti barca credendo nel progetto di costruzione e gestione del porto di Imperia e di chi, come l’Amministrazione, crede che i problemi del porto debbano essere affrontati e risolti”.