CASO OTTAGONO – DAL 16 GENNAIO NUOVO PRESIDIO DAVANTI ALLA PREFETTURA: “Tra.De.Co. non rispetta gli accordi”

Home Imperia

CGIL FP, CISL FISASCAT e UIL FPL dal 16 gennaio c.a. porranno nuovamente in essere davanti alla Prefettura di Imperia un presidio dei lavoratori della Cooperativa Ottagono. “Dal 18 Giugno 2013, a seguito dell’affidamento del servizio di igiene urbana alla società Tra.de.Co., i lavoratori della Cooperativa che attuavano il servizio presso i comuni di San […]

OttagonoCGIL FP, CISL FISASCAT e UIL FPL dal 16 gennaio c.a. porranno nuovamente in essere davanti alla Prefettura di Imperia un presidio dei lavoratori della Cooperativa Ottagono.

Dal 18 Giugno 2013, a seguito dell’affidamento del servizio di igiene urbana alla società Tra.de.Co., i lavoratori della Cooperativa che attuavano il servizio presso i comuni di San Lorenzo al Mare, Civezza, Costa Rainera, Prelà e Dolcedo sono senza stipendio in attesa di essere ricollocati nell’ampliamento del servizio di igiene ambientale predisposto dal Comune di Imperia quale comune capofila.

Nelle varie fasi della trattativa intercorsa dal 18 giugno 2013 ante l’Ill.mo Sig. Prefetto, le parti avevano concordato di accorparsi sui tempi certi del progetto entro il 19 Dicembre 2013.

Il 19 dicembre 2013 è ampliamente trascorso ma di accordi sui tempi non se ne è ancora parlato.

I lavoratori sono stanchi di questa estenuante trattativa che vede il Comune capofila sgusciante e incapace di far rispettare regole che lui stesso aveva imposto a Tra.de.Co.

Tra.de.Co. non rispetta l’accordo di mantenere giornalmente in servizio 143 lavoratori, come previsto dalla gara d’appalto: Tra.de.Co. non ha mai assunto i 162 lavoratori addetti al servizio come deliberato dai 34 Comuni, Tra.de.Co. non rispetta il contratto di affidamento dell’appalto ma il Comune capofila si guarda bene dall’applicare le norme contenute nell’affiddamento, norme che prevedono, in alcuni casi, anche la revoca dell’appalto stesso

CGIL FP, CISL FISASCAT e UIL FPL non accettano che i cittadini paghino servizi che non ricevono, servizi che il Comune di Imperia, quale Comune capofila, deve garantire anche a seguito degli aumenti tributari applicati all’utenza.

Le scriventi pretendono che gli impegni assunti vengano rispettati e allora chiedono che il Comune di Imperia, quale comune capofila, adempia ai suoi impegni anche facendo rispettare a Tra.de.Co gli impegni presi e questo perché è un atto dovuto a garanzia della collettività, servizio che deve nel contempo prevedere anche l’impiego dei lavoratori dell’Ottagono

CGIL FP, CISL FISASCAT e UIL FPL chiedono che l’Ill.mo Sig. Prefetto continui ad adoperarsi affinché questa vicenda trovi conclusioni certe nell’interesse della collettività e del mondo del lavoro e auspicano che il Comune di Imperia, quale comune capofila, e la Tra.de.Co. agiscano, anche se controparti, nel rispetto degli impegni assunti al momento della stipula del contratto d’appalto“.

Segui Imperiapost anche su: