IMPERIA. POLIZIA MUNICIPALE. INCENTIVI SINO A 12 EURO ALL’ORA PER GLI AGENTI CHE SANZIONANO AUTISTI UBRIACHI, COMMERCIO ABUSIVO E…/IL PROGETTO

Home Imperia

13084277_700698156736202_587047375_n

La Giunta Comunale ha approvato i quattro progetti presentati dal Comandante della Polizia Municipale che verranno finanziati con una parte dei proventi relativi alle sanzioni erogate per violazione del Codice della Strada, in totale 40 mila euro. I progetti avviano un vero e proprio giro di vite per combattere alcune infrazioni tra le più diffuse, ovvero la guida in stato di ebbrezza, l’auto senza assicurazione (verrà utilizzata l’apparecchiatura Falco 193 per verifiche su revisioni ed assicurazione) , la sosta selvaggia nei parcheggi destinati agli invalidi e il commercio abusivo. Ma non è tutto, tra i progetti figura anche l’educazione stradale. 

Gli agenti che aderiranno volontariamente ai progetti dovranno raggiungere degli obiettivi (legati al numero dei controlli e delle sanzioni comminate) ai quali saranno legati degli incentivi economici. Ad esempio, nel caso della sicurezza stradale (auto senza assicurazione o senza revisione o guida in stato di ebbrezza) l’incentivo massimo è di 12 euro, nel caso della sosta disabili 2 euro, nel caso del commercio abusivo 12 euro.

Nel dettaglio, come detto, i progetti sono quattro:

– Progetto sicurezza stradale ed estate sicura (budget massimo 29.200 euro
– Progetto controllo permessi e sosta disabili (budget massimo € 3.500 euro
– Progetto educazione stradale (budget massimo 2.500 euro
– Progetto legalità del commercio in ambito demaniale budget massimo 4.800 euro

1) PROGETTO SICUREZZA STRADALE ED ESTATE SICURA

Obiettivi generali del progetto

L’obiettivo generale è quello di potenziare inizialmente i controlli mirati e specifici sugli adempimenti inerenti la prescritta revisione dei veicoli e la copertura della R.C.A. ma effettuando tali verifiche soprattutto nelle frazioni cittadine così garantendo quindi anche un controllo del territorio che, per esiguità del personale in servizio, può essere assicurato solo saltuariamente. Nel periodo estivo tale progetto verrà ampliato con interventi in orario serale e notturno con specifici controlli sul rispetto delle norme in materia di guida senza assunzione di sostanze alcooliche.

Descrizione dettagliata delle modalità organizzative di realizzazione

Il progetto s’intende operativo con due fasi di programmazione e realizzazione; la prima dall’approvazione dello stesso e sino al 31 dicembre, con incremento dei controlli nelle frazioni cittadine, con particolare riferimento alle strade di collegamento, utilizzando l’apparecchiatura Falco 193 per verifiche su revisioni ed assicurazione durante i turni sino alle ore 19/21 ed una seconda fase dal 1 giugno al 30 settembre, con possibilità di anticipo o prolungamento delle attività in progetto qualora vengano organizzate manifestazioni di rilievo, oltre che nei turni dei mattino e del pomeriggio, anche e soprattutto in orario serale e notturno; la seconda fase estiva del progetto, oltre ad inglobare l’opera di vigilanza stradale, prevede controlli delle aree delle manifestazioni e verifiche con etilometro.

L’attività di accertamento sulle norme del codice stradale ha come finalità l’attivazione di servizi non in turno ordinario per sopperire alle difficoltà gestionali del contingente periodo di carenza di personale ed è finalizzata al cambiamento dell’ottica organizzativa del personale attraverso la partecipazione volontaristica ed autonoma nei tempi di organizzazione dei servizi. Nel periodo estivo l’estensione del progetto all’ambito notturno servirà a garantire la presenza maggiore della polizia municipale e e soprattutto l’intensificazione dei controlli con etilometro.

Modalità di partecipazione

Su base volontaria con numero minimo di operatori armati in servizio per turno non inferiore a tre unità e possibilmente n. 2 veicoli di servizio

Ambito:

nella prima fase le frazioni e zone periferiche ad esclusione dei centri di Oneglia e Porto Maurizio da verificare con i turni normali mentre nella seconda fase tutto il territorio comunale ed anche in turni notturni sino alle 3.

Obiettivi 

L’indicatore di miglioramento dei servizi resi consiste nel numero minimo di veicoli  verificati dall’apparecchiatura (Falco 193) come transiti davanti alla stessa, con almeno 100 veicoli orari oppure un art. 193 c d.s. (obbligo assicurazione) oppure n° 3 art. 80 c.d.s. (revisione) orari con proporzionale riduzione della verifica dei transiti con almeno tre ore di pattugliamento e, per la fase estiva, fatti salvi i servizi alle manifestazioni, almeno dieci controlli con etilometro per turno oppure un numero inferiore se dalle verifiche viene accertato il reato di guida in stato di ebbrezza.

Conseguimento obiettivi

Conseguimento del 100% in caso di almeno 100 veicoli orari transitati oppure un art. 193 c.d.s. orario oppure n° 3 art. 80 c.d.s. orari con proporzionale riduzione della verifica dei transiti e verificati dal sistema nella prima fase e con almeno tre ore di servizio, mentre per la seconda fase (estiva e serale), oltre al controllo di 80 veicoli transitati complessivamente davanti al Falco mediamente ogni ora di servizio, oppure un’omessa assicurazione ogni tre ore di servizio, almeno dieci controlli con etilometro sulle tre ore, nel caso di una notizia di reato per art. 186 o 186 bis del N.C.d.S. l’obiettivo dell’intero turno verrà considerato raggiunto al 100%, cosi come nel caso di manifestazioni.

Criterio riparto premi:

Presupponendo una paga oraria lorda di 18 Euro, si potrebbe indicare quale incentivazione oraria la somma di 12 euro nel caso del conseguimento del 100% degli obbiettivi, eventualmente diminuita in pari percentuale di quella relativa al numero dei veicoli rilevati e/o degli altri parametri e nessuna incentivazione se fallito l’obiettivo. La ripartizione degli incentivi tra i singoli partecipanti avverrà per ogni servizio e per singolo dipendente in base alla percentuale di conseguimento dell’obiettivo per quel servizio. Ad esempio il massimo di 29.200 euro nel caso di raggiungimento massimo degli obiettivi sarà diviso per il numero complessivo degli interventi, ad esempio 64 servizi; quindi, teoricamente per ogni servizio sono a disposizione 450 euro circa. Per i servizi nei quali gli obiettivi sono stati raggiunti il personale otterrà di dividersi i € 450.

Per il servizio che ha raggiunto ad esempio solo l’ottanta per cento l’incentivo da dividersi sarà pari a 360 euro; il servizio con meno del 20% non otterrà alcun incentivo. I resti del budget non distribuito in prima istanza verrà poi diviso in misura proporzionale in base alle ore ed ai dipendenti che abbiano effettuato servizi con percentuali di conseguimento dell’obiettivo superiori al 20% e sempre in misura proporzionale al massimo

Budget massimo messo a disposizione:
Il budget massimo è 29.200 euro corrispondente a 64 servizi nell’ipotesi del conseguimento del 100% degli obiettivi ( calcolati su 5 ore continuative con tre operatori) salvo aumento dei fondi a disposizione.

PROGETTO CONTROLLO PERMESSI SOSTA DISABILI

Nel 2014, con l’adozione del contrassegno europeo per disabili, è stato stabilito che sul retro dello stesso sia riportata la fotografia dell’invalido. Tuttavia è innegabile, l’utilizzo indebito di tale autorizzazione da parte di soggetti che abbiano la disponibilità del c.u.d.e. anche se sul veicolo non viene trasportato il diversamente abile. Si ritiene pertanto necessario un incremento dei controlli che non risultino solo formalmente una verifica del tagliando esposto ma la sorveglianza e l’accertamento che il disabile sia effettivamente a bordo del veicolo o lo stesso sia stato utilizzato per il trasporto del soggetto con disabilità.

L’obiettivo generale è quello di potenziare controlli mirati ed effettivi sull’utilizzo dei contrassegni disabili per la mobilità effettiva dei portatori di handicap accertando l’uso indebito e fraudolento.

Il progetto si intende operativo dall’approvazione dello stesso e sino al 31 dicembre da svolgere non in orario di servizio.

Modalità di partecipazione

Su base volontaria con numero minimo di un operatore in abiti civili.

L’obbiettivo s’intende raggiunto indipendentemente dal numero delle ore impiegate solo nell’ipotesi che si effettui la fotografia del tagliando disabili nella parte retrostante, sul quale sono indicate le generalità del disabile e si attesti la presenza sul veicolo o l’utilizzo del mezzo per l’uso legittimo del disabile in apposito rapporto disservizio.

Criterio riparto premi

Pagamento di 2 euro per ogni controllo effettuato suffragato dalla foto e dal rapporto di servizio, come descritti nella valutazione del progetto, con esclusione di controllo ripetuti per più di 2 volte nei confronti dei medesimi contrassegni effettuati dallo stesso agente operante.

Budget massimo messo a diposizione

Al massimo 3500 euro al raggiungimento dei quali il progetto s’intende concluso.

PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE

Benché l’attività di educazione stradale sia svolta dal Comando di Imperia ordinariamente la stessa può essere incrementata, sia nelle ore che ampliando gli Istituti ai quali fornire il servizio trattandosi di esplicita richiesta dell’assessore De Bonis.

L’obiettivo generale consiste nell’ampliare l’offerta didattica nelle scuole estendendola, rispetto allo scorso anno, anche negli istituti superiori utilizzando orari di insegnamento oltre i turni lavorativi e quindi senza creare disservizi e inefficienze nell’organizzazione del lavoro.

Descrizione dettagliata delle modalità organizzative di realizzazione:

II progetto si intende operativo dall’approvazione dello stesso e sino al 31 dicembre, (eventualmente estensibile al giugno 2017) con attività didattica nelle scuole di ogni ordine e grado presenti nel territorio comunale

Modalità di partecipazione

Su base volontaria con numero minimo di almeno un operatore.

Modalità organizzative e contributi attesi dai partecipanti:

Svolgimento di un numero minimo di interventi didattici in modo tale che sia superato nel corso dell’anno ( inteso come anno civile) il numero di ore complessivamente dedicate all’attività di educazione stradale (nel 2015 sono state effettuate complessivamente 62 ore di educazione stradale).

Conseguimento obiettivi:
Conseguimento del 100% in caso di superamento di 62 ore di educazione stradale ed almeno una lezione didattica nelle scuole superiori. Le ore sono quelle complessivamente impiegate da tutti i partecipanti al progetto.

Criterio riparto premi:
Pagamento delle ore effettuate secondo la paga oraria degli operatori partecipanti ed incentivazione oraria pari a 4 euro nel caso dei conseguimento del 100% degli obbiettivi per ogni ora eccedente la base minima di 62 ore. Nessuna incentivazione se il numero totale di ore è inferiore a sessantadue. L’incentivo verrà ripartito tra i partecipanti in rapporto alle ore effettuate da ciascuno

Budget massimo messo a disposizione:

Al massimo 2.500 euro al raggiungimento dei quali il progetto s’intende concluso ( corrispondenti a 1100 euro calcolando 62 ore a paga base di circa 18 euro più altre 60 ore con incentivazione).

PROGETTO LEGALITA’ DEL COMMERCIO IN AMBITO DEMANIALE

La sicurezza urbana e il quieto e pacifico vivere dei consociati viene spesso disturbato da forme moleste di commercio abusivo soprattutto sulle spiagge e nelle zone turistiche della città. Pertanto si ritiene utile programmare interventi ulteriori di contrasto a tale fenomeno come richiesto dall’Assessore alla Polizia Municipale

Obiettivi generali dei progetto

L’obiettivo generale, come in premessa anticipato, consiste nel contrasto del commercio abusivo sulle spiagge e nelle zone turistiche (ad esempio nei ristoranti durante la sera ).

Descrizione dettagliata delle modalità organizzative di realizzazione:

Il progetto si intende operativo dal 1 giugno al 30 settembre, senza limitazione di orario effettuato fuori servizio data la cronica carenza di organico.

Estensione del Progetto

tutta l’attività necessaria e consequenziale a quella effettuata in ambito progettuale è da riconsiderarsi svolta nell’ambito del progetto stesso con effetto assorbente rispetto agli obiettivi previsti.

Modalità di partecipazione

Su base volontaria con numero minimo di due operatori armati in servizio in abiti civili.

Modalità organizzative e contributi attesi dai partecipanti

Massima autonomia gestionale ed organizzativa del servizio da svolgere in orario extralavorativo con rapportino dettagliato degli orari di lavoro e delle zone controllate nonché dei soggetti controllati, dei
verbali redatti e dei sequestri effettuati.

Valutazione dei progetto e conseguimento obiettivi

Valutazione di raggiungimento degli obbiettivi solo in presenza di verbali di identificazione dei commercianti oppure di verbali di accertata violazione con relativo eventuale verbale di sequestro della merce, oppure con solo verbale di rinvenimento. Il progetto s’intende conseguito pienamente nel caso in cui siano controllati almeno trenta operatori commerciali su aree demaniali e venditori abusivi che operano nei ristoranti ed aree limitrofe. In tal caso si provvederà all’incentivazione partendo dal presupposto di considerare la paga oraria pari a 18 euro con incentivazione oraria pari a 8 ero.
Nel caso di controllo tra 15 e 10 operatori l’incentivazione oraria sarà pari a 5 euro. In caso di controllo di meno di 15 operatori non si opererà alcuna incentivazione oraria pagando solo il valore di 18 euro.

Budget massimo messo a disposizione:

Al massimo 4800 euro al raggiungimento dei quali il progetto s’intende concluso.