ATTACCO TERRORISTICO A NIZZA. OLTRE 70 MORTI E 100 FERITI. UCCISO L’ASSALITORE. COMPLICE IN FUGA. RAFFORZATI I CONTROLLI AL CONFINE. COMITATO PER LA SICUREZZA A IMPERIA/I DETTAGLI

Attualità Home

La Regione Liguria, attraverso la Prefettura di Imperia, ha offerto alle autorità
francesi ogni aiuto possibile per i feriti attraverso gli ospedali vicini al confine

13730694_734127560059928_1754450950_o

A seguito dell’attacco terroristico che ha sconvolto Nizza, il Ministero dell’Interno Angelino Alfano ha disposto un rafforzamento dei controlli alla frontiera di Ventimiglia. Lo ha annunciato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, annunciando anche che ad Imperia, in Prefettura, è stato convocato il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza.

“A Ventimiglia il Ministero degli Interni ha disposto il rafforzamento dei dispositivi di controllo e sicurezza ai tre valichi di confine terrestre – ha dichiarato Toti – A Imperia nella notte riunito il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza. La Regione Liguria, attraverso la Prefettura di Imperia, ha offerto alle autorità francesi ogni aiuto possibile per i feriti attraverso gli ospedali vicini al confine”.

Nel frattempo il bilancio dell’attentato terroristico si fa sempre più drammatico. I morti accertati sono saliti a 73, ma il numero potrebbe essere destinato a salire ulteriormente. Oltre 100 i feriti. Secondo quanto si apprende dalle autorià francesi, il tir che ha travolto la folla intenta a guardare i fuochi d’artificio per festeggiare il 14 luglio sulla Promenade des Anglais avrebbe percorso circa 2 km a zig zag nel tentativo di travolgere il numero più alto di persone possibili. Secondo fonti di Polizia, inoltre, dal camion sarebbe partiti anche dei colpi di mitra.

L’autista del camion sarebbe stato ucciso, mentre un complice sarebbe in fuga.

 

Segui Imperiapost anche su: