IMPERIA. ADDIO AGNESI. QUATTRO PROPOSTE DALL’AZIENDA PER IL POST- CHIUSURA. SCARTATA LA CASSA INTEGRAZIONE/ GLI SCENARI

Home Imperia

13730671_10208443647382672_279681113_o

Imperia. Ancora una riunione di assestamento, quella terminata nel primo pomeriggio di oggi tra i vertici della Colussi, Confindustria e i sindacati. All’ordine del giorno le proposte della proprietà per il ricollocamento del personale assunto, circa 100 persone. L’azienda si è presentata con una proposta scritta che conferma sostanzialmente le proposte fatte nell’ultimo incontro escludendo però la possibilità della cassa integrazione di un anno, chiesta dai sindacati, per i lavoratori in attesa di una trattativa più articolata. Il diniego è giunto a fronte dell’impossibilità normativa di attivare l’ammortizzatore sociale visto che la produzione, il prossimo 31.12.2016 cesserà definitivamente.

Le proposte:

– Reimpiego di parte del personale presso il museo della pasta che sarà realizzato all’interno dello stabilimento di via Schiva.

– L’assunzione presso aziende locali di produzione di sughi e pasta fresca. Il nome dell’azienda dell’albenganese non è stato ancora divulgato perché le trattative per il subentro societario della Colussi sono ancora in essere.

– Trasferimenti fuori Regione: Fossano, Perugia.

– Il prepensionamento.

– Incentivi per la buonauscita per chi deciderà di rifiutare le ipotesi sopracitate.

I Sindacati hanno definito le proposte “da migliorare” rimandando ogni decisione a lunedì 25 luglio, giorno in cui incontreranno i lavoratori. Il 4 agosto sindacati e azienda torneranno a sedersi attorno ad un tavolo per proseguire la trattativa.

“Abbiamo firmato un verbale di riunione – Davide Piazzi della FAI CISL – e quindi nessun accordo. Ci è stata fatta una serie di proposte su come ridistribuire il personale, sugli incentivi, su come ricollocarlo, quanto dare. Siamo in una fase di trattativa allo stato iniziale infatti il successivo incontro l’avremo il 4 di agosto. Lunedì faremo un’assemblea con i lavoratori dove gli daremo le notizie che ci sono state date oggi”.

“L’azienda si era impegnata – commenta Fulvio Fellegara della CGIL – lo scorso incontro a darci oggi una proposta scritta che contenesse il primo embrione di proposta aziendale nel merito della trattativa. Così ha fatto, finalmente abbiamo un testo di dettaglio dove pian piano si sta entrando nel merito. Siamo un testo embrionale che va ancora affrontato, discusso e migliorato sotto vari aspetti e prima di tutto va discusso con i lavoratori. Abbiamo stabilito un cronoprogramma che prevede l’assemblea di lunedì 25 e poi un nuovo incontro a stretto giro i primi di agosto, il 4 per la precisione, dove entreremo ancora di più nel merito con l’azienda, apriremo la trattativa e diremo cosa c’è secondo noi da migliorare e quali saranno le proposte che usciranno dalla prossima assemblea”