IMPERIA. LA MORTE DI ELENA RIBALDONE. PARCHEGGIATA PER 4 ORE SU UNA BARELLA AL PRONTO SOCCORSO PRIMA DELL’INFARTO. APERTA UN’INCHIESTA/IL CASO

Cronaca Home

La Procura della Repubblica di Imperia ha aperto un’inchiesta a carico di ignoti sulla morte
di Elena Ribaldone, 49 anni, impiegata del Comune di Imperia presso la segreteria del Sindaco

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

Inchiesta Elena

La Procura della Repubblica di Imperia ha aperto un’inchiesta a carico di ignoti sulla morte di Elena Ribaldone, 49 anni, impiegata del Comune di Imperia presso la segreteria del Sindaco. Il decesso è avvenuto alle 23.40 di sabato scorso, 23 luglio, all’Ospedale di Sanremo, ma quello che ha spinto i familiari della Ribaldone a presentare un esposto alle autorità è ciò che è successo all’Ospedale di Imperia, dove la donna è arrivata, poco dopo le 15, per via di una caduta in casa a seguito di un malore.

Secondo l’esposto presentato dal legale della famiglia, Oliviero Olivieri, Elena Ribaldone dopo il suo arrivo in ospedale sarebbe stata “parcheggiata” su una barella in corridoio per circa 4 ore nonostante i valori fossero notevolmente alterati (enzimi fuori norma e pressione minima 150).

Dopo diverse ore, intorno alle 20, la 49enne avrebbe avvertito un forte dolore al petto, a seguito del quale sarebbe poi stato disposto lo spostamento in sala d’emergenza e successivamente, come ultimo disperato tentativo, il trasporto presso l’unità coronarica dell’Ospedale di Sanremo, dove dopo poche ore è avvenuto il decesso per infarto massivo acuto.

L’esposto della famiglia di Elena Ribaldone mira a far luce su eventuali responsabilità mediche e sul rispetto dei protocolli sanitari. L’autopsia si terrà oggi, giovedì 28 luglio. Titolare del fascicolo il Pm Barbara Bresci.

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!