VENTIMIGLIA. POLIZIOTTO MUORE DURANTE GLI SCONTRI CON I NO BORDERS. LEGA NORD: “TANTO SCHIFO PER UNO STATO CHE NON DIFENDE I SUOI UOMINI”

Attualità Home

Durissima presa di posizione di Edoardo Rixi e Alessandro Piana a seguito della morte per
infarto, durante gli scontri con i No Borders a Ventimiglia, del poliziotto di 53 anni Diego Turra

Lega Nord poliziotto morto

Durissima presa di posizione di Edoardo Rixi, segretario nazionale Lega Nord Liguria e assessore regionale allo Sviluppo economico, e di Alessandro Piana, capogruppo regionale Lega Nord Liguria, a seguito della morte per infarto, durante gli scontri con i No Borders a Ventimiglia, del poliziotto di 53 anni Diego Turra.

“Ora basta. Chi vive nell’illegalità deve essere punito, senza se e senza ma. Tolleranza zero e pugno duro con No borders e centri sociali perché manifestare è un diritto, usare la violenza per manifestare non è un diritto, ma un crimine. Dopo altri scontri con gli antagonisti che difendono i clandestini a Ventimiglia, ieri sera un poliziotto è morto d’infarto. Una preghiera per il sovrintendente capo Diego Turra e sentite condoglianze ai suoi famigliari”.

Tanto schifo per uno Stato che non difende i suoi uomini. Anziché fare passerelle in Liguria, il ministro Angelino Alfano doveva intervenire subito con gli sgomberi e le espulsioni. Chi crea problemi va rispedito a casa. La manifestazione dei No borders in programma nel pomeriggio a Ventimiglia, non deve essere consentita perché oggi è una giornata di lutto per tutti. Non è possibile lasciare un lavoratore delle forze dell’ordine di 53 anni, sotto il sole a 40 gradi per 20 ore, in assetto antisommossa, mentre immigrati irregolari ed antagonisti vengono coccolati dalle istituzioni e stanno in maglietta all’ombra con lo smartphone”.

“Se non ci pensa lo Stato, saranno i cittadini di Ventimiglia a sgomberarsi la città e a difendere i poliziotti. Noi saremo a loro fianco perché saranno dalla parte della legalità. Chiediamo immediatamente un’audizione ufficiale in Regione Liguria dei sindacati di polizia perché ad essere ascoltati devono essere soprattutto loro, quelli che ci difendono”.

Segui Imperiapost anche su: