IMPERIA. IL CONSIGLIO COMUNALE METTE A NUDO I PROBLEMI DELLA MAGGIORANZA. AMMINISTRAZIONE CAPACCI SEMPRE PIU’ IN BILICO/ECCO COSA È SUCCESSO

Home Imperia Politica

collage_capacci_cc_5spet

Il consiglio comunale tenutosi ieri, lunedì 5 settembre, ha messo a nudo tutti i problemi della maggioranza. L’amministrazione Capacci appare ogni giorno sempre più in bilico, senza la forza politica necessaria per portare al termine il mandato (giugno 2018). 

IL NUMERO LEGALE

Il consiglio comunale di ieri si è concluso anzitempo per mancanza del numero legale. E’ la seconda volta in poche settimane. Nel dettaglio, poco dopo l’una di notte, al momento di discutere l’ultima pratica (sdemanializzazione di un tratto di mulattiera comunale denominata “Strada Comunale antica Vasia” con successiva cessione ai privati ed acquisizione in permuta di un nuovo tratto di viabilità pedonale) il consigliere di opposizione Mauro Servalli ha chiesto la verifica del numero legale, uscendo dall’aula e lasciando seduti in sala solo gli esponenti della maggioranza. Maggioranza che però, complice anche l’uscita dall’aula dei consiglieri Paolo Re, Ester d’Agostino e Natalia Riccò (Imperia Cambia) e Giulia Gorlero (Gruppo Misto), non è riuscita a garantire il numero legale, tanto che il presidente del consiglio Diego Parodi si è trovato costretto a sciogliere l’assemblea, certificando la debolezza di una maggioranza sempre più appesa a un filo.

GIULIA GORLERO OUTSIDER

Fresca di medaglia d’argento alle Olimpiadi, consigliere comunale del gruppo Misto, nel consiglio comunale di ieri sera ha fatto capire che per l’amministrazione Capacci saranno tempi duri. La pallanuotista in alcune occasioni si è astenuta, in altre (vedi regolamento artisti di strada) ha votato contro, in aperto contrasto con il resto del gruppo Misto, da sempre fedele alla linea del Sindaco Capacci.

L’impressione è che le posizioni della Gorlero siano molto distanti da quelle della maggioranza e che l’amministrazione Capacci abbia perso un altro consigliere, dopo i tre “dissidenti” di Imperia Cambia Re, Riccò e D’Agostino.

BOCCIATO L’EMENDAMENTO DEL PD

Nell’ambito della discussione sul regolamento per la disciplina dell’affidamento di beni immobili a terzi, l’emendamento del Pd è stato bocciato dal consiglio, mentre è stato approvato quello presentato da Imperia Cambia. Un segnale, quest’ultimo, delle difficoltà che incontra la maggioranza ogni qualvolta affronta argomenti delicati.

IL REGOLAMENTO PER GLI ARTISTI DI STRADA

Il regolamento è stato si approvato, ma con il voto contrario della Gorlero (gruppo Misto) e con tre emendamenti presentati dal Partito Democratico che, per bocca del consigliere comunale Oliviero Olivieri, non ha risparmiato critiche all’assessore Maria Teresa Parodi per la stesura originaria del regolamento, in particolare per le limitazioni di orario e per il divieto di esibizione per gli artisti di strada con precedenti penali.