DIANO MARINA. DEBITO DA 65 MILA EURO. LO SCONTRO TRA IL COMUNE E LA SOCIETÀ PARTECIPATA G.M. FINISCE IN TRIBUNALE/ ECCO COSA È SUCCESSO

Golfo Dianese Home

chiappori-surace

Diano Marina. “Impugneremo al T.A.R. (Tribunale amministrativo Regionale) la delibera di giunta con la quale l’amministrazione ha annullato quella del 2011 con cui venivano riconosciuti alla Gestioni Municipali S.p.A. i circa 65 mila euro”. Dura presa di posizione dell’amministratore unico della G.M. S.p.A. Domenico Surace che annuncia, al cronista di ImperiaPost, di aver dato mandato ad un legale di Genova di predisporre il ricorsi dinnanzi ai giudici amministrativi per far valere il diritto della società di vedersi riconoscere le spese sostenute per alcuni lavori di manutenzione del palazzetto dello sport.

Uno scontro “in casa” legato al riconoscimento da parte dell’allora amministrazione Basso di circa 65 mila euro che permise alla partecipata del comune di chiudere il bilancio in attivo, anche se di poche migliaia di euro, evitando di fatto la chiusura della stessa in base alla normativa vigente dell’epoca. “Agiremo anche in sede civile – prosegue Surace -, nei confronti degli ex amministratori comunali e della società perché qualcuno dovrà pur risarcire la società di queste somme all’epoca spese per conto del comune”.