IMPERIA. AL VIA LA PULIZIA DEI TORRENTI PRINO, IMPERO E CARAMAGNA. DE BONIS BACCHETTA LA REGIONE: “I FONDI PROMESSI NON SONO MAI ARRIVATI”/IL CASO IN CONSIGLIO

Consigli comunali Home Imperia

puliziaalvei_consiglio

Durante il Consiglio Comunale odierno, martedì 29 novembre, Casano presenta una question time sull’argomento della pulizia degli alvei dei fiumi, anche alla luce dell’alluvione che si è abbattuta nei giorni scorsi su Imperia, in particolar modo sull’entroterra.

“Imperia è stata miracolosamente risparmiata dai fenomeni alluvionali che hanno sconvolto il nostro entroterra – afferma Casano – Ciò non toglie che la pulizia dei torrenti avrebbe dovuto essere fatta almeno due mesi fa mentre invece sarà fatta a metà dicembre grazie al famoso “tesoretto”, come dichiarato dall’assessore De Bonis. Nell’interrogazione si chiede conto dei criteri di priorità e programmazione adottati, visto che la pulizia dei torrenti si fa ogni anno e visto che il Comune ha trovato ben 141 mila euro da spendere per le potature degli alberi la scorsa estate, arrivando alla stagione delle piogge senza aver pulito gli alvei”.

Devo precisare che non è vero che non c’è programmazione – replica l‘Assessore Giuseppe De BonisC’è e si basa sulla quantità di denaro disponibile nella mia delega. A maggio è stata fatta la richiesta alla regione come ogni anno e si era identificato prioritario sulla barra fociva rispetto a tutte le altre cose, poichè era stata giudicata dai tecnici di dimensioni pericolose. La regione non ha ancora stanziato ad oggi i 40 mila euro. Ci era stato promesso che entro 30 novembre sarebbero arrivati ma non abbiamo alcuna notiziaAbbiamo già dato disposizione per la pulizia del torrente Impero e quelli del Prino e di Caramagna. Per questi lavori saranno impiegati circa 40-50 mila euro ciascuno“.

Non posso dichiararmi soddisfatto – conclude Casano – le date sono date tardive rispetto a quando avremmo dovuto fare la pulizia dei torrenti. Bisognerebbe approfondire la questione sui fondi regionali che non arrivano, andavano fatte richieste oltre che per la barra fociva anche per gli alvei dei fiumi. Non è successo nulla di grave in città solo perchè a Imperia non ha piovuto così tanto come nelle altre zone dell’entroterra”.