IMPERIA. PARCHEGGIO DELLA SPIANATA A RISCHIO MAREGGIATE. IL COMUNE CORRE AI RIPARI RINFORZANDO LA SCOGLIERA. ZAGARELLA:”SI RECUPERANO 60 POSTI AUTO”/IL PROGETTO

Home Imperia

PARCHEGGIO_SCOGLIERA

È stato approvato il progetto per la manutenzione straordinaria dei moli sul litorale comunale, in particolare sulla scogliera a protezione del piazzale Padre Cristino, a Oneglia. Il progetto si inserisce all’interno di una serie di interventi connessi a manutenzione, messa in sicurezza e valorizzazione del patrimonio demaniale marittimo. 

Il costo complessivo degli interventi è di circa 80 mila euro, ricavati dal famoso “tesoretto”, da dividere in due progetti. Il primo, indicato come “opere a mare”, dal costo di 38 mila euro, prevede una serie di operazioni di salpamento e messa in opera di massi già presenti o inserendo massi naturali, per potenziare la scogliera intorno al piazzale Padre Cristino esistente, e il ripascimento di una serie di moletti. In particolare, il moletto centrale tra le spiagge della Rabina e del Pennello a Oneglia, il moletto della spiagga del Pennello, il moletto di levante del piazzale Santa Lucia a Borgo Prino e il moletto alla Galeazza. 

Il secondo progetto, indicato come “opere a terra”, dal costo di 33 mila euro, come è spiegato nel precedente articolo, prevede una serie di interventi sulla zona della Galeazza, in particolare il ripristino della muratura in pietra e cemento, la sigillatura delle fughe con malta cementizia in muratura in pietra e cemento, la sottomurazione con pietrame calcestruzzo idoneo alla posa in ambiente esposto ad agenti atmosferici e la manutenzione straordinaria e sostituzione di ringhiere parapetto fortemente ammalorate.

Entrambi i progetti sono stati approvati e il Comune ha aperto i bandi per affidare l’incarico al miglior offerente.

Il progetto “a mare” prevede l’innalzamento del coronamento della scogliera intorno al piazzalespiega il vicesindaco Giuseppe Zagarella, contattato da ImperiaPost – allo scopo di proteggere la zona dal rischio di mareggiate. L’intervento si rende necessario proprio per proteggere l’incolumità delle persone e per evitare la erosione del litorale. Inoltre, in questo modo, si risolverebbe il problema dell’impossibilità di utilizzare una parte del parcheggio in caso di mareggiate, come prevede un’ordinanza del Comune, recuperando circa 60 posti auto. 

I lavori cominceranno appena le condizioni saranno favorevoli e una volta espletati gli ultimi impegni amministrativi e procedurali. In ogni caso, dovrebbero essere completati in primavera, sicuramente prima dell’estate.

Entrambi i progetti, “opere a mare” e “opere a terra” – conclude – sono legati alla manutenzione in ambito demaniale, e sono giudicati i più urgenti. In particolare, l’intervento alla scogliera del piazzale Padre Cristino nasce da una situazione di natura emergenziale, dato l’alto rischio di esondazione e di trasporto di materiale dovuto alle mareggiate. Dai ribassi derivanti dalle gare di appalto, però, potranno essere effettuati ulteriori interventi manutentivi, come l’aggiunta di docce, linee idrauliche e altro”.

[wzslider autoplay=”true” interval=”6000″ transition=”‘slide’” lightbox=”true”]