ACCOGLIENZA MIGRANTI. ECCO IL PIANO DEL VIMINALE. IMPERIA DOVRÀ OSPITARE 181 PROFUGHI. CAPACCI:”ATTUALMENTE SONO GIÀ 238, ORA TOCCA AGLI ALTRI COMUNI”/IL CASO

Home Imperia

Sono state rese note le quote stabilite dal Viminale, riguardo il numero di migrante che ogni comune ligure dovrà ospitare.

migranti_collage

Sono state rese note le quote stabilite dal Viminale, riguardo il numero di migrante che ogni comune ligure dovrà ospitare. A seguito del “no” di alcuni comuni liguri allo Sprar, il Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati, non saranno le singole amministrazioni a gestire l’accoglienza, ma saranno seguite le disposizioni statali. I comuni con meno di 2 mila abitanti dovranno ospitare 6 migranti ciascuno, mentre per tutti gli altri si calcolerà la quota in proporzione al numero di abitanti. In particolare, a Imperia sono stati assegnati 181 profughi, 260 a Savona, 398 a La Spezia, 103 a Ventimiglia, 10 a Pontedassio e 25 a Diano Marina.

A Imperia attualmente ci sono oltre 200 migranti, nello specifico 238spiega il sindaco di Imperia Carlo Capacci – che non mi pare abbiano creato problemi sino ad oggi grazie anche alla oculata scelta dei luoghi di residenza, di comune accordo tra il Sua Eccellenza il Prefetto e il sottoscritto, ritengo quindi che la città di Imperia abbia adempiuto al suo dovere istituzionale e che ulteriori arrivi vadano allocati in comuni che ad oggi ciò non hanno fatto. Mi riferisco in particolare a comuni la cui economia non sia basata esclusivamente sul turismo estivo, vedi Diano Marina, ma su altre tipologie di sviluppo economico. Il progetto dell’ex Caserma Crespi? Il progetto sta proseguendo, ma ricordo ancora una volta che non ospiterà nuovi migranti, ma piuttosto quelli già presenti sul territorio che, come detto, sono 238″.

Sono d’accordo con quanto detto dal Sindaco di Imperia – afferma il sindaco di Diano Marina, Giacomo Chiappori l’economia dei comuni del Golfo Dianese è fragile e sta resistendo alla crisi. Essendo basata sul turismo, non vorrei mai che l’arrivo di migranti potesse affondarla. Non aderiamo allo Sprar e quindi sarà il prefetto ad occuparsene e a cercare delle strutture. Il fatto è che ora le quote sono queste, ma se arrivano nuovi sbarchi potrebbero aumentare. Il sindaco di una città risponde della sicurezza e della sanità dei suoi cittadini, quindi farò espressamente richiesta di sapere se verranno rispettati questi aspetti”.

Ecco i numeri dei migranti che alcuni comuni liguri con più di 2 mila abitanti dovranno ospitare: Alassio 47, Albenga 101, Andora 32, Diano Marina 25, Imperia 181, La Spezia 398, Pontedassio 10, San Bartolomeo al Mare 13, Sanremo 232, Santo Stefano al Mare 10, Savona 260, Taggia 60, Ventimiglia 103.

Segui Imperiapost anche su: