Cultura e manifestazioni, Home — 26 marzo 2017 alle 13:31

SANTO STEFANO AL MARE. CICLO DI INCONTRI ALLA SCUOLA PRIMARIA CON L’ASSOCIAZIONE INFORMARE: “PER GUARDARE IL MARE CON OCCHI DIVERSI”/LE IMMAGINI

Si è voluta ribadire anche l’importanza della campagna di sensibilizzazione “Operazione Secchiello Stop”. Grazie
al contributo del Lions Club i ragazzi sono sempre più coscienti dell’importanza della salvaguardia dell’ambiente marino

di Redazione

santostefano02

Guardare il mare, il loro mare, con occhi diversi, attenti. Questo lo scopo del ciclo di incontri che si sta svolgendo presso la scuola Primaria di Santo Stefano al Mare, voluto dal Comune in collaborazione con l’associazione InfoRmare.

“Questo è il terzo anno – ha dichiarato Francesca Notari, biologa marina e vide sindaco di Santo Stefano – che il Comune e l’ASD InfoRmare collaborano per far conoscere il mare; scopo degli incontri, oltre che fornire agli studenti gli strumenti per conoscere il loro territorio marino è anche far si che e Il Comune di Santo Stefano al Mare, dopo aver ottenuto la Bandiera Blu, ottenga anche quella Verde e faccia diventare le proprie scuole delle Eco-Schools, il programma di educazione ambientale per lo sviluppo sostenibile più realizzato al mondo, al quale hanno aderito 14.000 scuole, per un totale di circa di 4 milioni di ragazzi”.

“Le prime due lezioni – prosegue Susanna Manuele vice presidente di InfoRmare – hanno avuto come tema i primi metri d’acqua: tutto quello che possiamo vedere e conoscere sia semplicemente passeggiando sulla spiaggia e sugli scogli, sia osservando i fondali facendo snorkeling con pinne e maschera”.

A conclusione delle lezioni si è voluta ribadire l’importanza della campagna di sensibilizzazione “Operazione Secchiello Stop”. Grazie al contributo del Lions Club Diano Marina i ragazzi sono sempre più coscienti dell’importanza della salvaguardia dell’ambiente marino, capendo l’importanza di “piccoli” gesti quali il non mettere gli animali nel secchiello.

“La settimana prossima andremo più in profondità – conclude Monica Previati, biologa marina e socia InfoRmare - Il posidonieto e la secca di Santo Stefano saranno gli ambienti marini che faremo vedere agli studenti con l’ausilio di foto e video da noi girati nei fondali di Santo Stefano.”

La prossima estate la collaborazione tra il Comune e InfoRmare continuerà con tre pomeriggi di snorkeling, per i ragazzi dai 10 ai 15 anni, seguiti da tre serate, durante le quali turisti e residenti potranno fare immersioni virtuali nel bellissimo mare di Santo Stefano e del Ponente ligure.