Cronaca, Home — 31 marzo 2017 alle 11:56

MALTRATTAMENTI ALLA CASA DI RIPOSO BOREA DI SANREMO. CONDANNATA A DUE ANNI DI CARCERE ROSALBA NASI / LA SENTENZA

La Nasi è stata condannata a risarcire anche 6 mila euro per ogni parte civile costituita in giudizio (sono circa 10).

di Redazione

nasi

Si chiude con una condanna a due anni di reclusione (pena sospesa) per Rosalba Nasi, moglie dell’ex Senatore Gabriele Boscetto, accusata di maltrattamenti alla casa di riposo Borea di Sanremo. Per la donna, difesa dall’avvocato Mager, all’epoca dei fatti responsabile della struttura, il Pubblico Ministero Paola Marrali, titolare dell’inchiesta denominata “Acheronte”, aveva chiesto un anno e 8 mesi di reclusione in quanto sarebbe stata a conoscenza delle violenze ai danni degli ospiti della struttura senza però denunciare la cosa alle autorità competenti.

Nel 2012 scattò il blitz della Guardia di Finanza a seguito del quale furono arrestate 7 persone. Stamane il giudice monocratico Massimiliano Botti ha condannato la Nasi e assolto gli altri due imputati: Benito Vitale (operatore socio sanitario) e Stefano Bisiani, l’ex titolare della cooperativa Airone che operava nella casa di riposo.

La Nasi è stata condannata a risarcire anche 6 mila euro per ogni parte civile costituita in giudizio (sono circa 10). Gli altri 4 imputati hanno già patteggiato in sede di udienza preliminare. Il legale della Nasi ha annunciato il ricorso in Appello.