ACCUSA UNA MALORE DURANTE LE OPERAZIONI DI PESCA A STRASCICO. PESCATORE SOCCORSO DA GUARDIA COSTIERA E 118/LE IMMAGINI

Cronaca Home

Quella che era cominciata come una normale giornata di pesca si è presto trasformata in un’emergenza

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

collage_gc_salvapescatore

Quella che era cominciata come una normale giornata di pesca si è presto trasformata in un’emergenza. Protagonista, suo malgrado, un pescatore di Sanremo imbarcato durante le prime ore di questa mattina, quando ha accusato i chiari sintomi di un malessere. L’episodio è avvenuto nelle acque del Circondario Marittimo di Sanremo, a circa sei miglia dalla costa al largo di Ventimiglia, a bordo del M/P MARIA GRAZIA di 22mt di stanza a Sanremo, intento in operazioni di pesca a strascico intorno alle 05.00 di questa mattina.

Tempestivamente la chiamata di soccorso è arrivata attraverso il 118 alla Sala Operativa di Imperia che agli ordini del Capo del Compartimento Marittimo di Imperia C.F. (CP) Luciano PISCHEDDA coordina tutti soccorsi per tutta l’omonima provincia. Sono state subito disposte le operazioni di soccorso in favore del malcapitato. Immediato, quindi, l’intervento degli uomini del Comandante del Porto di Sanremo T.V. (CP) Vincenzo Fronte, che a bordo della motovedetta ognitempo CP 864 della Guardia Costiera, si sono diretti alla massima velocità in soccorso del pescatore.

La motovedetta CP 864, parte della classe 800 ognitempo della Guardia Costiera, una volta avvistata l’inconfondibile sagoma dello scafo bianco con divergenti del M/P Maria Grazia, che nel frattempo, salpate frettolosamente le reti, aveva diretto alla massima velocità verso il porto di Sanremo, per incontrare la motovedetta della Guardia Costiera nelle acque tra Bordighera e Ospedaletti.

A brodo dell’unità sono saliti anche un medico ed un infermiere del 118, che al momento dell’arrivo sul peschereccio, hanno trovato il pescatore ancora cosciente. Preso a bordo della motovedetta il pescatore e prestati i primissimi soccorsi, la motovedetta si è diretta alla massima velocità verso il porto di Sanremo, dove è arrivata alle 05.50.

Varcata la soglia delle ostruzioni del porto di Sanremo, la motovedetta ha sbarcato il marittimo ed il personale medico presso la banchina carburanti di Portosole. Qui era già presente un’ambulanza su cui il malcapitato è stato dapprima stabilizzato e poi condotto presso il locale nosocomio per ricevere le cure necessarie.

[wzslider autoplay=”true” interval=”5000″ transition=”‘slide'” lightbox=”true” exclude=”243614″]

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!