“RIMANGO A IMPERIA PERCHÈ…”. LICENZIATO DALL’AGNESI ORA COSTRUISCE CHITARRE SU YOUTUBE. ALESSANDRO:”HO DECISO DI REINVENTARMI E…”/LA STORIA

Home Imperia

Dopo aver perso il lavoro all’Agnesi, si reinventa e inizia a costruire chitarre a mano realizzando video-tutorial su YouTube.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

PicMonkey Collage-112

Dopo aver perso il lavoro all’Agnesi, si reinventa e inizia a costruire chitarre a mano realizzando video-tutorial su YouTube. È la storia di Alessandro Orlando, 37enne di Asti ma imperiese da molti anni, con la passione per la musica e per la falegnameria. Unendo i suoi interessi Alessandro ha iniziato a costruire a mano i suoi strumenti musicali, pubblicando clip video su YouTube in cui spiega passo dopo passo come realizza le sue creazioni.

Per ora questa attività rimane per Alessandro una passione che alterna al lavoro in fabbrica come metalmeccanico, ma il suo sogno sarebbe quello di trasformarlo in un vero e proprio mestiere.

QUANDO HAI DECISO DI APRIRE UN CANALE YOUTUBE?

Ho aperto il canale YouTube dal nome “MillePortoMaurizio” 4 anni fa, dopo che ero rimasto senza lavoro. Ho lavorato diversi anni all’Agnesi come interinale e quindi noi di questa categoria siamo stati tra i primi ad essere lasciati a casa. È stata dura e, mentre ero disoccupato, ho deciso di inventarmi qualcosa”.

PERCHÈ HAI DECISO DI REALIZZARE VIDEO SPIEGANDO COME SI COSTRUISCONO LE CHITARRE?

“Ho sempre avuto passione per la musica (suono la chitarra da quando sono piccolo) e per la falegnameria (mio padre era artigiano, ho sempre giocato a imitarlo e in seguito ho lavorato come falegname per diversi anni) e quindi ho unito le due cose. Sono stato uno dei primi a fare questo genere di tutorial in italianoL’idea è nata un po’ come una sfida, quando un mio amico mi ha detto:“Visto che ti lamenti sempre degli strumenti che suoni, fatteli da solo!”. All’inizio era un gioco, poi ho visto interesse e mi ci sono messo più d’impegno”.

IN COSA CONSISTONO I TUOI VIDEO?

“Faccio vedere passo dopo passo come costruire le chitarre. Ho fatto tantissimi esperimenti che non sono andati a buon fine, ma 5 o 6 esemplari sono venuti fuori bene. Alcuni video sono arrivati a 8 mila visualizzazioni ed è stata una bella soddisfazione. L’idea è quella di far vedere come nasce uno strumento. Vorrei che guardando le mie clip la gente capisca che uno strumento realizzato in maniera artigianale è tutt’altra cosa rispetto a qualcosa che si può comprare nei negozi, realizzato in migliaia di esemplari uguali. Facendolo a mano seleziono i materiali, li modifico a seconda della necessità e realizzo uno strumento unico e diverso da tutti gli altri. Dopo aver girato il video c’è il montaggio, che per ora lo realizzo un po’ alla buona, ma pian piano cerco di migliorare”.

QUAL È IL TUO OBIETTIVO?

“Il mio obiettivo è costruire chitarre per lavoro. Riconosco che si tratta di un mestiere romantico, lontano dalla frenesia dei lavori che sono più richiesti oggi. Il falegname lavora con calma e tranquillità. Ciò che premia è il risultato finale, la qualità del lavoro. La cosa negativa forse è la solitudine, perché si lavora da soli principalmente. La mia compagna (che, tra l’altro, pubblica video sul canale in cui dipinge e decora gli strumenti che realizzo) e un mio caro amico mi hanno aiutato spesso nelle riprese, ma poi il lavoro lungo lo si fa da soli. Il problema è sicuramente la legislazione che, per metterti in regola come artigiano e riuscire a rimanere a galla, ti costringe a competere con le industrie. Se invece produci pochi pezzi all’anno non puoi sopravvivere”.

PERCHÈ HAI DECISO DI VIVERE A IMPERIA?

“Sono venuto qui da Asti 7 anni fa e dovevo rimanere solo 2 mesi, ma non sono più riuscito ad andarmene. Ho trovato una città bellissima e accogliente. Forse ho colto tutti gli aspetti positivi che a volte gli imperiesi non riescono a vedere. In ogni caso, il mestiere del falegname, e in generale i lavori più artigianali e di nicchia, sono difficili in ogni città. Sono convinto però che se una cosa ti piace devi insistere e prima o poi il tempo premierà”. 

QUANTO TEMPO CI VUOLE A COSTRUIRE UNA CHITARRA?

“Se potessi dedicarmi solo a quello ci metterei circa 1 mese, ma lavoro nei ritagli di tempo. Bisogna contare che non ho macchine apposite, lavoro con attrezzi che mi sono costruito da solo. Nella stanza che ho adibito a “laboratorio” ho collezionato tantissimi attrezzi in tanti anni che poi ho modificato a seconda delle mie esigenze”.

 ECCO ALCUNI VIDEO:

https://www.youtube.com/watch?v=g3h9D9GzkHM

[wzslider autoplay=”true” interval=”6000″ transition=”‘slide'” lightbox=”true”]

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!