IMPERIA. VIA LIBERA ALLA MESSA IN SICUREZZA DEL CENTRO SOCIALE “CARPE DIEM” SULL’ARGINE DESTRO. IL COMUNE APPROVA UN PROGETTO DA 10 MILA EURO/GLI INTERVENTI

Home Imperia

PicMonkey Collage-106

Approvato il progetto per la ristrutturazione della struttura comunale “Carpe Diem” in via Argine Destro 311, dove ha sede il Centro intergenerazionale per Anziani e Minori comunale.

A seguito di diversi sopralluoghi effettuati all’interno dell’edificio da parte dell’RSPP (Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione aziendale) sono state evidenziate diverse criticità.

In particolare, gli interventi, che costeranno al Comune 10.393,31 euro, riguardano la realizzazione di una seconda uscita di emergenza, un passaggio dedicato attraverso il locale e un sistema di rampe di raccordo al fine di superare il dislivello esistente tra interno ed esterno opportunamente maggiorato allo scopo di evitare l’ingresso dell’acqua in caso di forti piogge.

ECCO L’ELENCO DEGLI INTERVENTI:

– realizzazione sul perimetro esterno, nel locale a destinazione sala giochi/refettorio, di una seconda via di esodo con predisposizione di porta di emergenza con maniglione antipanico, previa demolizione di una porzione di parapetto della bucatura e modifica del serramento esistente.
– demolizione di una porzione della tramezza di separazione tra il locale in oggetto e il corridoio al fine di creare un passaggio dedicato attraverso il locale.
– spostare il termosifone esistente, rimuovere il lavandino, bloccare la serranda esistente in posizione di apertura dotando la finestra di inferriata e realizzare un sistema di rampe di raccordo al fine di superare il dislivello esistente tra interno ed esterno opportunamente maggiorato allo scopo di evitare l’ingresso dell’acqua in caso di forti piogge.

Verranno inoltre eseguiti interventi vari di manutenzione ordinaria che non necessitano dei relativi titoli autorizzativi da parte degli Enti competenti:
– revisione generale impianto di illuminazione di emergenza;
– revisione generale impianto idrante;
– verifica impianto di terra;
– implementazione cartellonistica piano di emergenza ed evacuazione;
– interventi minori e complementari, connessi e correlati.

[wzslider autoplay=”true” interval=”6000″ transition=”‘slide’” lightbox=”true”]