IMPERIA. ADDIO A PAOLO VILLAGGIO. NEL 1996 NEI PANNI DI FANTOZZI FECE UNA SORPRESA ALLA 5ª ELEMENTARE DI LARGO GHIGLIA. LA MAESTRA BRUN:”ERAVAMO IN CLASSE QUANDO…”/FOTO E VIDEO

Home Imperia

Una sorpresa indimenticabile per gli alunni della classe quinta dell’anno scolastico 1996/1997.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

villaggiocarrà

Era il lontano dicembre del 1996 e sembrava un giorno come tanti altri. Gli alunni della classe quinta della scuola elementare di Largo Ghiglia stavano facendo lezione in aula con le loro insegnanti

A un certo punto, però, qualcuno bussò alla porta e, per la gioia di tutti i bambini, comparve…Fantozzi, alias Paolo Villaggio! Il tutto era stato organizzato dalla famosa trasmissione della Rai “Carramba che Sorpresa!”, a seguito di una lettera che gli alunni imperiesi avevano inviato l’anno prima, dove avevano chiesto a gran voce di incontrare il loro idolo. 

A distanza di 20 anni, il ricordo di quella giornata è ancora vivo nell’animo degli insegnanti e degli ex alunni, ormai cresciuti, specialmente a seguito della recente scomparsa del grande attore, amatissimo da tutti gli italiani.

Per conoscere i dettagli di quella giornata speciale, ImperiaPost ha contattato la maestra Franca Brun, che si era impegnata affinché la sorpresa si realizzasse, e che aveva anche accompagnato la classe, insieme ad alcuni colleghi, negli studi Rai per partecipare alla trasmissione.

COM’ERA NATA L’IDEA?

Tutto è nato dai bambini. Era una classe molto attiva e intraprendente. Durante il quarto anno mi ricordo che gli alunni erano tutti pazzi di Zucchero e volevano scrivere a “Carramba Che Sopresa” per incontrarlo. Noi maestre li abbiamo sostenuti e abbiamo consigliato loro di aggiungere anche un altro personaggio e, dato il loro amore per “Fantozzi”, hanno scelto Paolo Villaggio. Così abbiamo scritto alla Rai”.

QUANDO AVETE SCOPERTO CHE SAREBBE ARRIVATO?

Un anno dopo, verso Natale, quando i ragazzi erano in quinta, è arrivata una telefonata dalla Rai, affermando che la nostra richiesta era stata accettata. Ricordo benissimo il giorno in cui è arrivato a Largo Ghiglia. Le macchine della Rai si erano sistemate da San Sebastiano per non farsi notare, dato che i bambini non dovevano sapere niente fino all’ultimo. Avevano posizionato le telecamere nella scuola in un momento in cui i ragazzi non c’erano, nascondendole dietro alle decorazioni natalizie e, anche se qualcuno aveva mangiato la foglia, la sorpresa è stata enorme per tutti!”.

COM’È STATA L’ENTRATA IN CLASSE DI “FANTOZZI”?

“Un’emozione unica. Era finita l’ultima ora e noi insegnanti stavamo facendo cantare gli alunni per tenerli occupati. A un certo punto hanno bussato e un personaggio della Rai, braccio destro della Carrà, è entrato dicendo ai ragazzi: “Vorrei presentarvi una persona…” ed ecco che dietro è spuntato Villaggio con il cappellino di Fantozzi! I nostri alunni sono impazziti dalla gioia. Villaggio si è seduto in mezzo ai banchi, ha parlato con tutti, ha scherzato e riso insieme a noi. Ha anche portato i baschetti “alla Fantozzi” per tutti i bambini. Quando è uscito nel salone ha incontrato anche tutto il resto della scuola e, quando stava per andare via, ha visto il piazzale di Largo Ghiglia pieno di bambini che lo chiamavano a gran voce e lui si è commosso e si è fermato ancora. È stato un bellissimo momento. Ricordo che ha detto che ciò che trasmettono i bambini è unico, perché sono spontanei e di cuore”.

SIETE ANCHE STATI A ROMA ALLA TRASMISSIONE. COM’È ANDATA?

Sì, siamo andati 2 volte. È stata un’esperienza irripetibile. Durante la trasmissione hanno ricostruito sul palco la classe con tutti i banchi, ricreando la sorpresa fatta da noi, e Villaggio si è travestito da alunno e si è seduto in mezzo a loro. Lo sketch è piaciuto così tanto che la nostra sorpresa è arrivata in finale e quindi siamo tornati a Roma un’altra volta per l’ultima puntata ed eravamo abbinati al terzo premio della lotteria. Stare dietro le quinte di una trasmissione è stata una grande emozione per tutti, abbiamo conosciuto anche molti artisti. Ricordo che il più disponibile e carino con i ragazzi è stato Renato Zero. Sono sicura che tutti gli alunni che hanno vissuto questa esperienza non l’hanno scordata e che ricordano quanto Villaggio è stato simpatico e amorevole con loro”.

ECCO IL VIDEO DELL’ULTIMA PUNTATA DELLA 2ª EDIZIONE DI “CARRAMBA CHE SOPRESA”:

I ragazzi di Largo Ghiglia compaiono al minuto 10.50 (con il video riassuntivo della sorpresa a Largo Ghiglia) e al 1.41.44 (con la lotteria finale).

[wzslider autoplay=”true” interval=”6000″ transition=”‘slide'” lightbox=”true”]

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!