IMPERIA. NEUTRALIZZATI DUE NIDI DI VESPA VELUTINA NEL TORRENTE IMPERO. GLI APICOLTORI: “SONO PERICOLOSI PERCHE’…”/FOTO E VIDEO

Home Imperia

Questa mattina due squadre di neutralizzazione del progetto “Life Stop Vespa” sono intervenute
a Borgo d’Oneglia, nei pressi del Torrente Impero, per via di due nidi di vespa velutina

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

21121830_10214898418440954_1879541767_n

Questa mattina due squadre di neutralizzazione del progetto “Life Stop Vespa” sono intervenute a Borgo d’Oneglia, nei pressi del Torrente Impero, per via di due nidi di vespa velutina segnalati da alcuni residenti. Una volta sul posto, le due squadre hanno neutralizzato i nidi con una polvere insetticida.

“Entrambi i nidi si trovavano sugli alberi – spiega a ImperiaPost Gianmario Grasso che, insieme a Stefano Diale, è intervenuto sul posto – Li abbiamo neutralizzati con una polvere insetticida iniettata all’interno del nido. Si tratta, va precisato, di un insetticida selettivo, che non provoca danni all’ambiente. 

Queste operazioni di neutralizzazione sono fondamentali per contrastare l’espansione della vespa velutina che, arrivata in Europa circa 10 anni fa, dopo aver colonizzato la Francia si sta lentamente spostando verso l’Italia. Essendo al confine, la provincia di Imperia è stata la prima ad essere raggiunta”.

PERCHE’ E’ PERICOLOSA?

“La vespa velutina è un calabrone asiatico e si nutre di insetti, in particolare api. Il primo danno grave è per l’apicoltura, in quanto la presenza della vespa comporta una forte riduzione dell’impollinamento.

Il secondo problema è rappresentato dal fatto che la vespa velutina si riproduce molto velocemente, con il rischio che in tempi brevi raggiunga anche zone urbane.

Abbiamo già compiuto interventi su alberi e balconi in centro città. Il nido delle vespe velutine è particolarmente grande, con molti esemplari all’interno, dunque rappresenta anche un possibile pericolo in termine di sicurezza. Per questo è importante segnalarne immediatamente la presenza”.

 

 

 

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!