IMPERIA PARTECIPA AL BANDO NAZIONALE “COMUNI VIRTUOSI” CANDIDANDO IL PROGETTO SWITCH:”HA RIVITALIZZATO UN LUOGO STORICO”

Attualità Home

Imperia parteciperà al bando “Premio Nazionale dei Comuni Virtuosi – XI Edizione”, promosso dall’Associazione dei Comuni Virtuosi

Schermata 2017-11-06 alle 15.14.36

Imperia parteciperà al bando “Premio Nazionale dei Comuni Virtuosi – XI Edizione”, promosso dall’Associazione dei Comuni Virtuosi, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ed ANCI, candidando il Progetto “Switch – Riuso di spazi in abbandono. Nuove idee per cambiare prospettiva”. È questa la decisione della Giunta Comunale.

Dopo una serie di incontri promossi dall’Ordine degli Architetti di Imperia per raggruppare idee di riuso, si sono susseguiti eventi e manifestazioni che hanno ridato vita alla struttura, facendo leva sulle tematiche più diverse: cibo, socialità, cultura, arte, lavoro, turismo, mare, formazione.

Al bando per l’undicesima Edizione del Premio Nazionale dei Comuni Virtuosi, possono partecipare tutti gli Enti Locali che abbiano avviato politiche (azioni, iniziative, progetti caratterizzati da concretezza ed una veri cabile diminuzione dell’impronta ecologica) di sensibilizzazione e di sostegno alle “buone pratiche locali” con particolare riferimento alle seguenti categorie:

gestione del territorio (opzione cementi cazione zero, recupero aree dismesse, progettazione partecipata, bioedilizia, ecc.);
impronta ecologica della “macchina comunale” (e cienza energetica, acquisti verdi, mense biologiche, ecc.);
rifiuti (raccolta di erenziata porta a porta spinta, progetti per la riduzione dei ri uti e riuso);
mobilità sostenibile (car-sharing, car-pooling, traporto pubblico integrato, piedibus, biocombustibili, ecc.);
nuovi stili di vita (progetti per stimolare nella cittadinanza scelte quotidiane sobrie e sostenibili, quali: liera corta, disimballo dei territori, di usione commercio equo e solidale, auto-produzione, nanza etica, ecc.).

Nella delibera di Giunta si legge che “il Progetto SWITCH appare pienamente conforme alla voce “gestione del territorio”, in quanto trattasi dipercorso di sperimentazione per la rivitalizzazione di un luogo storico e da tempo non utilizzato, nel quale sono state messe in atto plurime attività caratterizzate dai seguenti elementi premianti:

1. buona pratica: si tratta di un caso “esemplare” che può contribuire alla creazione di una maggiore sensibilità da parte dei cittadini ai temi trattati ed incoraggiamento ad altri soggetti pubblici;

2. concretezza riuso e riduzione consumo di suolo: l’azione è caratterizzata da concretezza e da una veri cabile diminuzione dell’impronta ecologica – riduzione consumo di suolo attraverso e riuso di spazi in disuso;

3. concretezzainclusività e partecipazione: il lungo percorso di progettazione partecipata e il coinvolgimento di numerosi attori (istituzioni, associazioni, privati) hanno determinato un percorso inclusivo nell’individuazione delle destinazioni d’uso temporanee sperimentate;

4. concretezza – sostenibilità e stili di vita: il processo attivato ha consentito la costituzione di una nuova comunità attraverso l’istituzione di una rete di relazioni prima non esistenti, sia all’interno di Switch che all’esterno;

5. elementi di novità e innovazione: l’innovazione nel processo attivato sta nella piani cazione di una metodologia replicabile sul territorio nalizzata ad una corretta “gestione del territorio”, con obiettivo “cementi cazione zero” e il recupero di un’area dismessa, attraverso un percorso di progettazione partecipata che abbia la capacità di raccogliere proposte di riuso concretamente attivabili. 

Segui Imperiapost anche su: