IMPERIA. OLIOLIVA 2017, DAL 10 AL 12 NOVEMBRE TORNA LA FESTA DELLE ECCELLENZE IMPERIESI. LUPI:”MOLTISSIME NOVITÀ”/ECCO IL PROGRAMMA

Cultura e manifestazioni Home

L’inaugurazione avverrà venerdì 10 novembre alle ore 15 in piazza Dante a Oneglia con la Fanfara Colle di Nava della sezione di Imperia dell’Associazione Nazionale Alpini.

23379661_10212783054625141_1413808343_o

Torna a Imperia la grande festa dedicata all’olio extravergine appena franto. Tutto è pronto, con i frantoi in piena attività, per dare il via a Olioliva in programma da venerdì a domenica nelle vie del centro storico di Imperia, chiuse al traffico, e sulla banchina di Calata Cuneo.

L’inaugurazione avverrà venerdì 10 novembre alle ore 15 in piazza Dante a Oneglia con la Fanfara Colle di Nava della sezione di Imperia dell’Associazione Nazionale Alpini.

L’olio nuovo con le sue caratteristiche uniche, il rito dell’assaggio, sul pane, nella “via dell’olio” ma anche degustazioni, laboratori, approfondimenti, mostre, gare di cucina e animazione per i bambini per aprire in un’atmosfera gioiosa e con una città accogliente la nuova e attesa stagione olivicola.

Centinaia gli stand e migliaia i visitatori attesi da tutta la Liguria e non solo, sempre più turisti e stranieri hanno imparato a riconoscere Imperia come città capitale della cultura dell’olio e della Dieta Mediterranea. Saranno circa duecento gli espositori nella 17a edizione della manifestazione organizzata come sempre dall’Azienda speciale PromImperia della Camera di Commercio con il supporto di Regione, associazione nazionale Città dell’Olio, Unioncamere, Provincia e Comune di Imperia e la partecipazione delle associazioni di categoria.

Un suggestivo percorso nella città capitale della cultura legata all’olio extravergine di oliva, con i portici e le piazze invasi da stand in cui si potranno assaggiare e acquistare tutti i prodotti tipici di questa terra. Olio appena franto dai produttori locali da conoscere e confrontare, ma anche pesto, verdure sott’olio, formaggi di pecora brigasca, focaccia ligure, fagioli di Conio, Pigna e Badalucco, biscotti e dolci all’olio d’oliva, salumi tipici, farinata con i sapori più autentici del territorio e degustazioni, la via dell’olio nuovo, in via Bonfante, olive in salamoia, dolci all’olio di oliva, l’orto di stagione e il mondo della pesca, la scuola di nodi e le ricette tipiche, lo street food e gli apertivi a tema con protagonista l’oliva taggiasca nei locali.

La festa ruota attorno alla frangitura dell’olio extravergine, l’olio nuovo così ricco di qualità organolettiche e fragranze inimitabili, ed è occasione per dedicare spazio alla cultura legata alla buona tavola. Tra le attrattive anche i corsi di assaggio per imparare a riconoscere qualità e difetti del prezioso alimento che portiamo in tavola, i laboratori tematici, gli abbinamenti tra il pesce del Mar Ligure e l’olio extravergine della Riviera, mostre e animazione, gli approfondimenti tecnici dedicati al settore olivicolo, giochi e didattica per i bambini, scuola di cucina

Parlando di cultura grande attenzione sarà per il Museo dell’Olivo della Fratelli Carli che quest’anno festeggia i 25 anni (aperto nei tre giorni con ingresso gratuito). Per l’occasione nascerà la prima edizione del Forum Internazionale “La cultura dell’olivo, la cultura del Mediterraneo”, in programma appunto venerdì, durante il quale verrà lanciata l’idea di una mappa museale che prevede varie città del Mediterraneo collegate in rete, un percorso turistico-culturale-gastronomico unico nel suo genere.

Tutto il ricco e ampio programma si può trovare su Facebook, Twitter e Instagram alla voce Olioliva e sul sito www.promimperia.it

Clicca qui, per il programma completo.

ENRICO LUPI

Ci saranno moltissime novità, la più importante è questa costituzione della rete museale dei musei dell’olivo e dell’olio del Mediterraneo. Venerdì 10 novembre avremo due seminari, uno al mattino e uno al pomeriggio. Cinque musei di 5 paesi del Mediterraneo che verranno a esemplificare quelle che sono le loro capacità, virtuosità a corona del museo della Fratelli Carli che compie il 25° anno di fondazione.

Moltissime novità in città, Aperoliva, con cocktail studiati dai nostri barman, lo street food dei ristoranti, presentazione di libri sulle ricette di cucina. Vi è moltissimo di collaterale.

Naturalmente rimane poi l’offerta dei 200 espositori per le vie della città del nostro olio extravergine e dei prodotti derivati. Vi è una buona sinergia, una buona capacità di offerta. Credo vi sarà un foltissimo pubblico che apprezzerà questa cosa”.


CARLO CAPACCI

È una manifestazione che ha un dna forte che consente di sopravvivere di interesse assoluto per la città, quindi è importante che continui. Il comune fa tutto quello che deve e può fare per continuare. Abbiamo affrontato il problema della sicurezza, date le stringenti norme sugli eventi pubblici. In collaborazione con il Prefetto e la Questura abbiamo stabilito misure di sicurezza per prevenire eventuali attentati, che si spera non avvengano mai. Chiediamo anche la collaborazione dei cittadini se ci fosse qualche ostacolo in più per partecipare alla manifestazione. Non possiamo far finta che non ci siano problemi nel mondo, ma neanche non organizzare eventi. Sono felice che il Museo Fratelli Carli sarà intitolato al Cavaliere del Lavoro Carlo Carli, perchè è una figura storica della città.

Ogni anno qua si discute se ci sarà Olioliva oppure se ci saranno le Vele d’Epoca, le due manifestazioni più importanti di Imperia.

Sono solo voci che non capisco da dove escano, però poi nella realtà e nella pratica, ogni volta che devono essere organizzate le manifestazioni si realizzano. C‘è la Camera di Commercio che è a fianco sia di Olioliva sia delle Vele d’epoca, c’è Assonautica e c’è il Comune di Imperia che assolutamente vuole con tutte le forze che le manifestazioni restino ovviamente ad Imperia. Nel caso di Olioliva il Comune è anche organizzatore.

È impensabile che vadano da altre parti queste manifestazioni, impossibile”.

SILVANA TIZZANO

“È una manifestazione di altissimo livello che rappresenta un rilancio importante dal punto di vista culturale e turistico. È un ottimo volano anche per un laboratorio di idee, grazie a tutti gli eventi culturali e sociali organizzati. Mi unisco al sindaco chiedendo scusa se creiamo problemi alla cittadinanza per garantire la sicurezza degli eventi, cercheremo di farlo in maniera discreta. Sono misure necessarie in casi di grande afflusso di persone”.

CLAUDIA CARLI, BRAND MANAGER MARKETING FRATELLI CARLI

Abbiamo iniziato questa collaborazione con la Camera di Commercio per creare un evento che andasse a celebrare il 25° compleanno del Museo dell’Olivo che ricorre quest’anno. Venerdì 10 si terrà un forum dedicato alla cultura dell’olivo di tutti i paesi del Mediterraneo. Ci saranno protagonisti 5 musei provenienti dal Mediterraneo, due dalla Grecia, uno dalla Spagna, uno dalla Tunisia e uno dalla Croazia che si confronteranno sui ruoli che svolgono sul territorio, su cosa si può fare per migliorarsi e avere qualche idea per il futuro. Verrà firmata una Carta dei Musei, che consisterà in una piattaforma per la condivisione e la divulgazione della cultura dell’olivo per una promozione comune. 

In occasione dell’anniversario il Museo dell’Olivo verrà intitolato a mio nonno Cavaliere del Lavoro Carlo Carli, scomparso nel luglio di quest’anno e sarà realizzata una sala dedicata completamente a lui. Il museo sarà aperto gratuitamente per i 3 giorni della fiera”.

ALESSANDRO PIANA

“Olioliva è un riconoscimento ad un settore importante che ha visto crescere in maniera esponenziale il numero degli occupanti in questo settore e soprattutto anche il numero del fatturato.

Il venerdì sarà presente l’assessore Rixi, che è anche co-finanziatore dell’evento che incontrerà in Camera di Commercio gli operatori del settore per conoscere un pochino quelle che sono le problematiche del settore stesso.

Sabato sarà presente il presidente Toti con l’intera giunta per lanciare quella che è la campagna del riconoscimento della Taggiasca, che partirà da Taggia con una carovana di Api Piaggio, azienda Ligure che ha dato il supporto in termini meccanici all’intero settore per anni. Grazie alle Api si è potuto percorrere le nostre strade interpoderali.

A bordo di queste api partirà la campagna di riconoscimento della taggiasca, dopodiché ci sarà un simpatico incontro con il presidente Toti e l’intera giunta, con gli operatori del settore, un aperitivo per uno scambio di opinioni e di idee e soprattutto di considerazioni in merito.

Ci sarà il consueto giro per conoscere e salutare tutti quelli che sono gli espositori. L’augurio è che le condizioni ambientali siano favorevoli in modo tale che continuino ad arrivare le migliaia di visitatori che ci hanno accompagnato negli anni scorsi.

Segui Imperiapost anche su: