“PANCHINE ROSSE”. ZONTA CLUB E ISTITUZIONI ALLA GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE. IL QUESTORE:”USCITE DAL SILENZIO, DENUNCIATE”/ FOTO E VIDEO

Attualità Home

Presenti le massime autorità civili e militari della provincia tra cui il Prefetto Silvana Tizzano, il sindaco di Imperia Carlo Capacci e il presidente del Zonta Club Renata Vallò.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

ZONTA PANCHINE

“Uscite dal silenzio, denunciate, rompete la vergogna, aiutateci ad aiutarvi”. È questo l’appello del Questore di Imperia Casare Capocasa fatto questa mattina in piazza della Vittoria a Imperia nell’ambito della giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Presenti le massime autorità civili e militari della provincia tra cui il Prefetto Silvana Tizzano, il sindaco di Imperia Carlo Capacci e il presidente del Zonta Club Renata Vallò. 

Lo Zonta Club Imperia, associazione da più di trent’anni attiva in difesa dei diritti delle donne e promotrice in ambito locale di talune delle suddette iniziative di sensibilizzazione, ha richiesto ed ottenuto dall’Amministrazione comunale il patrocinio per l’iniziativa “Panchine rosse” che consiste nel decorare, previa individuazione a cura dei competenti uffici comunali, alcune panchine di colore rosso, corredandole di pannelli espositivi, sui quali riprodurre, a cura di emergenti Artisti locali e degli studenti del Liceo Artistico di Imperia, immagini finalizzate a denunciare il femminicidio e a stimolare un confronto ed una riflessione sulla violenza e sui cambiamenti culturali necessari per sconfiggere questo fenomeno, inducendo i cittadini a fermarsi, a non dimenticare e a mantenere alta l’allerta.

RENATA VALLÓ – ZONTA CLUB

“Zonta è un’organizzazione internazionale impegnata nel migliorare la condizione della donna. È presente in 67 paesi del mondo, a Imperia è attivo da 34 anni e lancia oggi, 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il suo grido in aiuto alle donne. Lo fa inaugurando queste panchine rosse, le prime nella provincia di Imperia, panchine simbolo di sensibilizzazione sulla popolazione, come in passato abbiamo fatto le scarpe rosse. Si sono radunate attorno a noi tante autorità civili e militari e questo segno è il sasso lanciato che è stato raccolto, la più grande dimostrazione di collaborazione che avremmo potuto ricevere. Insieme si riesce a fare tante cose, da soli non si fa nulla”.

CARLO CAPACCI

“Questa giornata ha un valore altissimo su un tema fondamentale che dev’essere considerato. Io lo paragono  un po’ al bullismo, alle cose che succedono a scuola, il denominatore comune è che a volte succedono cose che si ha paura di denunciare. Penso che sia necessario, magari anche una cosa che possa essere considerata trascurabile, io credo che sia necessario che venga denunciata. Questo fa si che si avvii un processo di tutela le persone. Oggi noi parliamo della violenza sulle donne ma credo che questo concetto si possa estendere a tutti i tipi di violenza che gli esseri umani subiscono. Noi a volte pensiamo che succedono solo nei paesi del terzo mondo invece scopriamo che sul tema delle donne sono accaduti fenomeni di violenza in settori che nessuno se lo sarebbe mai aspettato. Invito a sostenere il tema della giornata di oggi, affinché non ci sia violenza sulle donne”.

QUESTORE DI IMPERIA CESARE CAPOCASA

“Siamo di fronte a un dramma sociale e culturale. Questa è un’emergenza civile, una violazione dei diritti umani che non ha connotazioni. Ho fatto un appello, faccio un appello e farò sempre un appello in questi termini: uscite dal silenzio, denunciate, rompete la vergogna, aiutateci ad aiutarvi. Dobbiamo fare rete e fare sistema, queste iniziative che sono fondamentali dobbiamo metterle a sistema. Dobbiamo creare un protocollo di interventi condivisi perché ci sia una risposta forte ed efficacia nei confronti di una realtà  che è ormai una vera e propria emergenza civile. Un appello forte, caloroso e convinto e un impegno della Polizia di Stato a 360° per poter essere presenti sempre, sensibilizzare, informare per prevenire. Uscite dal silenzio, denunciate quando vi perseguitano, quando vi umiliano, quando usano violenza, questo non è amore, denunciate!”

LUIGINO DELLERBA

MARTINA GANDOLFI

“Vorrei solo ricordare il lavoro che il centro antiviolenza fa sul territorio. Il centro è nato nel 2008 dalla Provincia di Imperia e nel 2015 è passato di competenza del comune di Sanremo. È presente con tre sportelli a Imperia, Sanremo e Ventimiglia  e dal 2008 lavoriamo in rete con tutte le associazioni del territorio tra cui lo Zonta che ha firmato il protocollo operativo, con le forze dell’ordine, con i servizi sociali e con l’Asl. Vorrei ringraziare tutti per questo lavoro di rete che ci permette di contrastare il fenomeno della violenza sulle donne a partire dalla prevenzione. Infatti, con le forze dell’ordine e con l’Asl facciamo interventi educativi nelle scuole del territorio, sia nelle scuole medie che in quelle superiori”.

La Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne è una ricorrenza istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999. L’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha designato il 25 novembre come data della ricorrenza e ha invitato i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG ad organizzare attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica in quel giorno.

In Italia, solamente dal 2005, alcuni Centri Antiviolenza e Case delle Donne hanno iniziato a celebrare questa giornata. Ma negli ultimi anni anche istituzioni e vari enti festeggiano tale giornata attraverso iniziative politiche e manifestazioni culturali.

 LE PANCHINE INAUGURATE

[wzslider autoplay=”true” interval=”6000″ transition=”‘slide'” lightbox=”true”]

Foto e video di Alessandro Del Vento

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!