IMPERIA. “IO DANNEGGIATA DAL COMUNE, PRONTA A CHIEDERE I DANNI”. LA DENUNCIA DI UNA COMMERCIANTE:”PER COLPA DI QUELLA FIORIERA…”/ECCO COSA È SUCCESSO

Home Imperia

ANGBOU

Una fioriera posizionata per impedire il passaggio pedonale in un angolo di Oneglia ha scatenato le polemiche di una commerciante.

A seguito dei lavori per l’abbattimento delle barriere architettoniche, che interessano tutta la città di Imperia, l’attraversamento pedonale tra via San Giovanni e il tratto che collega via Amendola a via Ospedale, ha subito delle modifiche. Per ovviare al gradito troppo alto che si è venuto a creare, è stata posta una fioriera per bloccare il passaggio, per motivi di sicurezza. 

La fioriera, però, si trova proprio di fronte al negozio di abiti da cerimonia “Angela Boutique” e la titolare ha fortemente criticato questa operazione.

Hanno chiuso un passaggio pedonale storico e il mio negozio ne è danneggiatoafferma la titolare del negozio È stato fatto un gradino troppo alto per errore, ma invece di rimediare, hanno messo una fioriera per non fare passare le persone. Questo perché vengono fatti i lavori a risparmio.

Dopo 15 giorni – continua – hanno messo dei paletti per segnalare il passaggio pedonale. Una signora, passando tra la fioriera e il pilastro, a causa del gradino troppo alto si stava inciampando e così hanno aggiunto una transenna per motivi di sicurezza. Il risultato è che quest’angolo è diventato morto. 

Mi avevano detto che sarebbe stata solo una soluzione provvisoria e ho aspettato speranzosa, ma ora sono passate ben 4 settimane. Da progetto avrebbero dovuto fare uno scivolo come negli altri incroci o un gradino intermedio.

Ora do al Comune 48 ore – conclude – se non tolgono questo obbrobrio di qua li denuncio. Io pago le tasse e mi sono spostata da Piazza Bianchi a qui proprio per avere un passaggio maggiore. Ora non passa più nessuno. Non pago il triplo di affitto per nulla.

Hanno fatto uno sbaglio e devono sistemare”.

[wzslider autoplay=”true” interval=”6000″ transition=”‘slide’” lightbox=”true”]