Cronaca, Entroterra, Home — 18 dicembre 2017 alle 13:23

TRAGEDIA A LIMONE PIEMONTE. TROVATO MORTO L’ESCURSIONISTA IMPERIESE MARCO SCRIMAGLIO, INUTILI I SOCCORSI/I DETTAGLI

Imperia piange la morte di Marco Scrimaglio, 56 anni, geometra, escursionista. L’uomo, esperto alpinista, disperso
da sabato, è stato ritrovato dagli uomini del soccorso alpino, della Finanza e del Cai che avevano avviato le ricerche

di Redazione

incidente limone

Imperia piange la morte di Marco Scrimaglio, 56 anni, geometra, escursionista. L’uomo, esperto alpinista, disperso da sabato, è stato ritrovato dagli uomini del soccorso alpino, della Finanza e del Cai che avevano avviato le ricerche nella zona di Limonetto.

Il 56enne, secondo una prima ricostruzione, sarebbe scivolato su un sentiero, probabilmente reso viscido dal ghiaccio, precipitando per 200 metri sino alla località Tetti Virulà. Quando i soccorsi, allertati nel tardo pomeriggio di domenica 17 dicembre, hanno raggiunto Scrimaglio, accanto al suo corpo c’era ancora il suo fidato cane, che lo ha vegliato per quasi due giorni. 

Scrimaglio, che aveva una casa a Limone, dove si recava spesso vista la sua grande passione per la montagna, lavorava, insieme alla compagna Giuliana Amuri in a Ventimiglia in un’impresa edile specializzata in sicurezza autostradale. Scrimaglio era tesoriere della Pro Loco di Limonetto e delegato provinciale, per Imperia, della Fisi (Federazione Italiana Sport Invernali).

Il soccorso alpino raccomanda massima cautela nella affrontare qualunque tipo di attività sui pendii innevati che risultano ghiacciati ed estremamente pericolosi se non affrontati con dotazione specifica, come piccozza e ramponi.