DA IMPERIA ALL’OLANDA, IL PROGETTO DELLA PISTA CICLABILE ATTRAVERSA L’EUROPA. MARIJKE BOZZANO:”UNIRÀ ANCORA DI PIÙ LA CITTÀ E…”

Home Imperia

Il progetto della pista ciclabile, il cui finanziamento è stato confermato con la firma di Carlo Capacci nella giornata di ieri a Roma, è stato presentato nelle scorse settimane ed è destinato a cambiare il volto della città di Imperia.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

ATOLN

“ImBike”, il progetto della pista ciclabile a Imperia, il cui finanziamento è stato confermato con la firma di Carlo Capacci nella giornata di ieri a Roma, è stato presentato nelle scorse settimane ed è destinato a cambiare il volto della città.

Si sono susseguiti, infatti, alcuni incontri presso la Biblioteca Civica di Imperia e il Mercato Coperto di Porto Maurizio in cui gli studenti dell’Istituto Tecnico Turistico Hanbury hanno illustrato il progetto ai cittadini, suscitando molta curiosità e interesse. 

Una scrittrice olandese, che da diverso tempo vive a Imperia, ha quindi pensato di far conoscere questo progetto anche fuori dall’Italia. Si tratta di Marijke Bozzano che da tre anni scrive per un giornale online olandese “Vlaardingen 24 Altijd nieuws”, dove diverse persone andate a vivere all’estero raccontano curiosità e notizie interessanti sul posto dove abitano ai compaesani rimasti in patria.

Mio nipote Francesco, studente dell’ITT di Imperia, ha qualcosa di nuovo da raccontarescrive Marijke nell’articolo – Sta lavorando a un progetto a scuola che presenterà con altri studenti. Si tratta della pista ciclabile / pedonale che passerà al posto dei vecchi binari del treno lungo la costa. 

Imperia è composta da Oneglia e Porto Maurizio, che in passato erano sempre in conflitto tra loro, paragonabili a quello che ricordo dalla mia infanzia: la battaglia tra Vlaardingen e Schiedam. Ora le due città sono collegate da questo progetto perché oltre a passare lungo la costa, il percorso attraverserà in parte anche la città.

Ci sono interi tratti di costa dove nessuno potrebbe mai accedere a causa della ferrovia – prosegue – ma con questo progetto sarà presto accessibile. Oltre a creare lavoro, questa iniziativa fa diventare anche più attraente la città per i turisti e per tutti coloro che vivono qui.

Ascoltiamo con orgoglio ciò che Francesco racconta, insieme agli altri studenti. È bello vedere che i giovani sono impegnati in questo e che possono essere realizzati rapidamente.

Una piccola sbirciatina nella mia vita di Vlaardingse in un paese straniero“.

CLICCA QUI, per l’articolo completo.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!