Cronaca, Home — 2 gennaio 2018 alle 13:29

IMPERIA. RAPINA IN STILE “ARANCIA MECCANICA” IN UNA VILLETTA A POGGI. CHIUSE LE INDAGINI DEI CARABINIERI: “NESSUNA PROVA DEI FATTI”/LA STORIA

Nel novembre scorso chiamò i Carabinieri in piena notte, raccontando di essere stata vittima di una rapina in stile “Arancia Meccanica”. Legata, picchiata e minacciata con una pistola per due ore da una banda di malviventi, quattro in totale, tutti…

di Redazione

collage_egrscfaxds

Nel novembre scorso chiamò i Carabinieri in piena notte, raccontando di essere stata vittima di una rapina in stile “Arancia Meccanica”. Legata, picchiata e minacciata con una pistola per due ore da una banda di malviventi, quattro in totale, tutti stranieri, a volto coperto, nella sua villetta sulla alture di Poggi.

Protagonista una 60enne, che già in passato aveva denunciato la presenza di rumori e persone sospette intorno alla sua abitazione. I malviventi, secondo la testimonianza della donna, l’avrebbero minacciata per ottenere informazioni sulla cassaforte (che in realtà in casa non è presente).

A distanza di oltre un mese i Carabinieri, nei giorni scorsi, hanno depositato una relazione al Pm Lorenzo Fornace con la quale hanno di fatto chiuso le indagini. Nel racconto della vittima sarebbero state riscontrate svariate incongruenze. Impossibile stabilire con certezza l’esatta dinamica dei fatti e la veridicità del racconto della vittima. 

Nel corso delle indagini, infatti, i Carabinieri non hanno trovato alcun tipo di impronta all’interno dell’abitazione, nessun oggetto di valore sottratto, seppur presenti in casa, e nessuna lesione compatibile con eventuali violenze subite. Unica mancanza all’interno della villetta 600 euro in contanti e un pacchetto di sigarette.

Per questo motivo l’inchiesta, al momento contro ignoti, volge verso l’archiviazione. Le indagini dei Carabinieri sono terminate e non vi è in corso alcuna caccia all’uomo. Proprio per via dell’incertezza sulla vicenda e per non creare inutili allarmismi, la notizia, secondo quanto trapela, non è stata divulgata dagli organi inquirenti.