IMPERIA. PIZZICATI IN PIAZZA DANTE A VENDERE I BIGLIETTI DEL BUS FORNITI GRATIS DALLE COOP. NEI GUAI 4 MIGRANTI/IL CASO

Cronaca Home

Cercavano di rivendere a un prezzo ribassato i biglietti dell’autobus ricevuti gratuitamente dalle
Cooperative. Protagonisti della vicenda quattro migranti richiedenti asilo residenti in provincia di Imperia

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

theybjruyjvethr

Cercavano di rivendere a un prezzo ridotto i biglietti dell’autobus ricevuti gratuitamente dalle Cooperative. Protagonisti della vicenda quattro migranti richiedenti asilo residenti in provincia di Imperia.

In particolare, i quattro, poco prima delle vacanze di Natale, sono stati smascherati da un autista (in borghese) della Riviera Trasporti, che, avvicinato in piazza Dante dai migranti nel tentativo di vendere i biglietti al vantaggioso (per la clientela) prezzo di 1 euro, ridotto rispetto ai prezzi previsti per l’acquisto a bordo (2.50 euro) o nei punti vendita autorizzati (1.50 euro), ha immediatamente chiesto l’intervento dei Carabinieri. Arrivati sul posto i militari hanno identificato i quattro richiedenti asilo.

Del caso è stata informata la Prefettura che, per cercare di porre subito un freno a una pratica che rischia di diventare piuttosto scomoda, ha convocato i rappresentanti delle Cooperative operanti nel territorio provinciale.

In un anno le Cooperative movimentano circa 80 mila euro tra biglietti e abbonamenti dell’autobus. Negli ultimi mesi, proprio per evitare che i migranti possano utilizzare impropriamente i ticket, alcune coop hanno optato per la sottoscrizione degli abbonamenti.  Tra le ipotesi vagliate per rendere riconoscibili i biglietti omaggio forniti ai migranti anche un eventuale simbolo di riconoscimento che non ne permetta il riutilizzo. 

Contattato da ImperiaPost, Sandro Corrado, direttore generale della Riviera Trasporti, spiega: “Noi ci siamo limitati a segnalare il fatto alle autorità competenti. Il resto non è di nostra competenza. Prenderemo atto delle eventuali soluzioni adottate da Prefettura e Cooperative”.

 

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!