IMPERIA. EX DIPENDENTE ASL SENZA PENSIONE DA 3 MESI. L’ODISSEA DI UN 61ENNE:”COSTRETTO A FAR DENUNCIA AI CARABINIERI” L’ASL:”IN CORSO LE VERIFICHE”/LA STORIA

Attualità Home

Ex dipendente asl costretto a far denuncia ai carabinieri per cercare di ricevere la pensione maturata.

fesge

“Io, ex dipendente Asl, costretto a far denuncia ai Carabinieri per cercare di ricevere la pensione maturata”. È questa la storia del 61enne Domenico Marrara, residente a Santo Stefano al Mare, che dal 1 ottobre 2017 aspetta invano la sua pensione.

Alla base del problema, sembrerebbe esserci una difficoltà nella comunicazione tra ente Asl e INPS. Marrara si è rivolto alla redazione di ImperiaPost nella speranza di far luce sulla questione. 

“In pensione dal 1 ottobre 2017 non ho più ricevuto né stipendio né pensione, motivo? L’ASL 1 imperiese, mio datore di lavoro fino al 31 settembre 2017 e l’INPS che dovrebbe erogarmi la pensione non riescono a capirsi – spiega Marrara – E dire che la pratica di pensione fortunatamente l’ho iniziata almeno un anno prima della data prevista. Come si può immaginare vivere senza ricevere uno stipendio o la pensione per un comune mortale come me non è affatto semplice ed in questi mesi ho “resistito ” nella speranza che prima o poi Asl e Inps riuscissero ad intendersi e a mettersi d’accordo sui documenti necessari! Ma pare proprio che le due amministrazioni parlino lingue completamente diverse e incomprensibili tra loro.

Mi reco periodicamente sia agli uffici ASL che quelli dell’INPS – continua – e ciò che mi sento dire e ripetere quando mi reco all’Asl è che:“all’INPS sono messi proprio male! Noi abbiamo inviato più volte quello che loro ci chiedono e non sappiamo più che cosa fare perché non capiamo di cosa hanno bisogno!” ” quando invece mi reco all’INPS mi sento dire:” purtroppo all’ASL sono messi proprio male e finché non riceveremo il tale modello correttamente compilato la sua pensione non potrà essere liquidata!”

Sia all’INPS che all’Asl mi sono recato almeno 4 volte senza contare le varie mail inviate e le telefonate fatte!
Mi chiedo se nel 21° secolo con tutte le tecnologie di comunicazione esistenti non bastano tutti i mesi trascorsi per riuscire a comunicare in maniera efficiente!

Non mi resterà altro da fare, credendo ancora nelle istituzioni che tutelano i diritti dei cittadini – conclude – lunedì prossimo recarmi alla caserma dei carabinieri di Santo Stefano al mare, dove risiedo, e fare una denuncia/segnalazione di quanto sta accadendo augurandomi che al più presto l’Autorità che ci rappresenta possa riuscire a far incontrare e a parlarsi e a comprendersi ASL 1 Imperiese e INPS sede di Imperia. Un ex dipende ASL non ancora preso in carico dall’INPS”.

“Stiamo facendo le opportune verifiche afferma il direttore dell’Asl Marco Damonte Prioli, contattato da ImperiaPost – e ci siamo già sentiti con il direttore dell’INPS. Ci impegneremo per risolvere e chiarire al più presto la questione”.

Segui Imperiapost anche su: