ALLA GUIDA DI UN CAMION, TENTANO DI ENTRARE IN ITALIA CON 42KG DI MARIJUANA NASCOSTI NEI PALLETS. DUE UOMINI ARRESTATI DALLA GUARDIA DI FINANZA GRAZIE AL FIUTO DEI CANI ANTIDROGA

Attualità Home

Al valico autostradale di Ventimiglia i finanzieri hanno arrestato due corrieri della droga che, alla guida di un camion, stavano tentando di introdurre in Italia un considerevole quantitativo di sostanza stupefacente

gollage_gdfmariaj

Al valico autostradale di Ventimiglia i finanzieri hanno arrestato due corrieri della droga che, alla guida di un camion, stavano tentando di introdurre in Italia un considerevole quantitativo di sostanza stupefacente.

Al confine di Stato i controlli dei mezzi e delle persone in ingresso nel territorio dello Stato sono continui, proprio per intercettare i traffici illeciti. Nel corso di uno di questi servizi, generalmente coordinati con personale in divisa e con personale in borghese per intercettare eventuali “staffette” dei trafficanti, di prima mattina i militari hanno fermato un autoarticolato proveniente dalla Spagna a bordo del quale viaggiavano due romeni con cittadinanza spagnola.

Dopo le domande di rito, i preliminari controlli hanno chiarito che il mezzo viaggiava praticamente senza merce se non per pochi pallets di legno, peraltro vuoti. A questo punto i militari, non convinti dalle spiegazioni fornite dai due autisti e, soprattutto, dall’anti-economicità del viaggio, hanno messo in campo le unità cinofile CALLY e TACA.

Un rapido giro esterno e subito CALLY e TACA hanno mostrato un forte interesse per il semirimorchio e soprattutto per i pallets accatastativi dentro, attorno ai quali i cani hanno cominciato a grattare. A quel punto è stato facile scoprirvi occultati quattro scatoloni che, una volta aperti, hanno mostrato il loro contenuto: 40 involucri di cellophane sottovuoto contenenti oltre 42 kg di marijuana che sono stati sequestrati insieme.

Le Fiamme Gialle hanno quindi sequestrato lo stupefacente e l’automezzo. I due autisti sono stati arrestati in flagranza del reato di traffico internazionale di sostanze stupefacenti e condotti in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

[wzslider autoplay=”true” interval=”5000" transition=”‘slide’” lightbox=”true” exclude=”301031"]

Segui Imperiapost anche su: