IMPERIA. CASO TRADECO, COLPO DI SCENA. STOP A TFR E TREDICESIME, IL TRIBUNALE “ASSOLVE” IL COMUNE E CONDANNA I LAVORATORI E L’AZIENDA. CAPACCI: “RISTABILITA LA VERITA'”/LA SENTENZA

Home Imperia

Il Tribunale di Imperia ha annullato tutte le ordinanze precedenti con le quali il Comune di Imperia veniva
intimato a saldare le spettanze arretrate agli ex lavoratori della ditta pugliese per un totale di circa 300 mila euro

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

collage_gvrzcxas

Svolta nella querelle giudiziaria sul mancato pagamento di Tfr e Tredicesime agli ex lavoratori Tradeco dopo la rescissione del contratto per la gestione della raccolta rifiuti che legava l’azienda pugliese al Comune di Imperia. Il Tribunale di Imperia, infatti, ha annullato tutte le ordinanze precedenti con le quali il Comune di Imperia veniva intimato a saldare le spettanze arretrate ai 53 ex lavoratori della ditta pugliese per un totale di circa 300 mila euro. Il giudice Francesca Siccardi, inoltre, ha condannato gli ex lavoratori (difesi dallo studio Sciortino) e l’azienda Tradeco al pagamento delle spese legali in favore del Comune di Imperia per circa 11 mila euro.

A divulgare la notizia il Comune di Imperia con una nota stampa.

“In data 1.02.2018 il Tribunale di Imperia, nella persona della dott.ssa Francesca Siccardisi legge nella nota inviata dal Comune –  ha emesso la Sentenza n. 15/2018 con la quale ha disposto ‘l’annullamento’ delle ordinanze opposte, ovverosia l’annullamento delle Ordinanze di Assegnazione delle somme emesse a carico del Comune di Imperia nella nota vicenda avverso Tradeco avviata dai Lavoratori.

Con il disposto annullamento si ristabilisce, pertanto, la veridicità e la correttezza della dichiarazione negativa ex art. 547 c.p.c. resa dal Comune di Imperia, la quale ha dichiarato di non essere debitrice verso Tradeco e, per l’effetto, di non poter soddisfare essa il debito che la Tradeco ha verso i Lavoratori.

La Sentenza in oggetto – che segue a numerose altre pronunce del medesimo Tribunale di Imperia con le quali è stata altresì dichiarata la inammissibilità della chiamata in causa nei giudizi di merito del Comune di Imperia – è di particolare importanza perché pone fine a due anni di illegittime attività esecutive poste in essere dai Lavoratori avverso il Comune di Imperia proprio in forza di dette ordinanze oggi annullate.
Ricordiamo che in tutti i giudizi di esito positivo per il Comune di Imperia, questo è stato sempre assistito e difeso dai legali più volte destinatari di ingrati commenti.

Il Comune di Imperia esprime la più ampia solidarietà verso i Lavoratori che, pertanto, ed in conseguenza, dovranno correttamente agire avverso la Tradeco per il recupero dei propri crediti, come più volte lo stesso Comune di Imperia ha indicato, chiarito e suggerito nel massimo rispetto del loro interesse e della degna e corretta remunerazione del lavoro da loro svolto.

Eventuali responsabilità legali nascenti dalla superiore vicenda saranno attentamente vagliate ai fini della completa tutela dei diritti dell’ente scrivente e dei suoi rappresentanti”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!