ARRIVA A IMPERIA LA “CARTA DELLA FAMIGLIA” PER OTTENERE SCONTI SU BENI E SERVIZI. PODESTÀ:”MISURA DI CONTRASTO ALLA POVERTÀ”/ECCO COME RICHIEDERLA

Home Imperia

La card consentirà di beneficiare di sconti e riduzioni tariffarie sull’acquisto di beni e servizi concessi da una serie di enti pubblici e soggetti privati aderenti all’iniziativa

bvhctgre

Debutta anche ad Imperia la Carta della famiglia, una card per ottenere sconti su molti beni e servizi: dagli alimentari ai medicinali, passando per le bollette di luce e acqua, soggiorni in hotel e corsi di formazione.

Istituita dalla Legge di bilancio del 2016, la tessera è ora una realtà grazie al decreto attuativo (D.M. 20 settembre 2017).

A partire dal corrente mese potranno richiedere anche al Comune di Imperia, presso lo Sportello di Cittadinanza di Piazza Dante n. 4 – III Piano, tutte le famiglie residenti con almeno tre figli minori e Isee fino a 30.000,00 Euro.

Il genitore che farà domanda, ne diventerà formalmente titolare.

Si tratta di un tesserino cartaceo con validità biennale.

La card consentirà di beneficiare di sconti e riduzioni tariffarie sull’acquisto di beni e servizi concessi da una serie di enti pubblici e soggetti privati aderenti all’iniziativa.

La Carta della famiglia – precisano i tecnici ministeriali – non va confusa con la social card, che invece è una carta acquisti.

Le riduzioni saranno attivate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, ma anche da Regioni ed enti locali, stipulando convenzioni con soggetti pubblici e aziende. Le numerose agevolazioni previste coprono le principali aree di spesa di una famiglia-tipo.

Un paniere ricco di beni e servizi che comprende, per citarne alcuni: alimentari, prodotti per l’igiene personale e della casa, libri e sussidi didattici, farmaci, abbigliamento, bollette delle utenze domestiche, tassa rifiuti, biglietti dei mezzi pubblici, accesso a musei e spettacoli, iscrizioni a centri sportivi ma anche soggiorni in alberghi, ingressi al ristorante, corsi d’istruzione e formazione professionale. I benefici si potranno ottenere esibendo la tessera insieme a un documento d’identità valido.

Potranno farne richiesta solo i nuclei familiari in possesso dei seguenti requisiti:

  • residenza del nucleo Italia al momento della presentazione dell’istanza: anche cittadini stranieri purché regolarmente residenti sul territorio;
  • almeno tre componenti minori (anche figli in affidamento familiare);
  • Isee non superiore a 30.000 euro annui.

Enti e attività commerciali informeranno sulla propria adesione all’iniziativa esibendo un apposito bollino insieme al logo della card.

Il bollino riporterà la dicitura “Amico della famiglia”, in caso di sconti del 5% e oltre rispetto al prezzo di listino dell’articolo o servizio, oppure “Sostenitore della famiglia”, qualora le riduzioni arrivino al 20% del costo normale del bene scelto.

Commenta l’Ass. alle Politiche ed ai Servizi Sociali, dott. Nicola Podestà: “Abbiamo chiesto le credenziali per accedere all’area riservata del Sito istituzionale del MLPS dedicata alla Carta della Famiglia e siamo dunque in grado di poterla rilasciare agli aventi diritto.

Le famiglie numerose stanno oramai diventando una rarità. L’Italia è un Paese sempre più vecchio e la Liguria, come noto, è la regione italiana con più anziani.

Come rivelato da un recente rapporto Eurostat, in tutta Europa le famiglie prolifiche (con più di tre figli a carico) sono 8,5 milioni su un totale di 220 milioni di nuclei mentre in Italia sono appena 8 su 100.

Ad Imperia le famiglie con minori sono 4.053. Quelle con almeno 3 minori sono solo 318, rappresentando circa l’8%. Quindi come si può vedere siamo in linea con la media nazionale.

Allevare un figlio, oggi, è impresa sempre più ardua, soprattutto per le famiglie in una situazione di disagio socio-economico. La Carta Famiglia rappresenta, dopo il SIA ed il ReI, un’ulteriore misura di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale”.

Clicca qui per scaricare la brochure informativa

 

Segui Imperiapost anche su: