Home, Imperia — 2 marzo 2018 alle 15:11

IMPERIA. PORTO TURISTICO, INAUGURATA LA NUOVA AREA DESTINATA ALLA CANTIERISTICA. IL COPI: “IL PROSSIMO PASSO…”/FOTO E VIDEO

È stata inaugurata questa mattina la nuova area della cantieristica all’interno del porto turistico di Imperia, realizzata
dal Copi (Consorzio Operatori Porto di Imperia) nella zona dove un tempo sorgeva il capannone poi demolito

di Redazione

cantnv

È stata inaugurata questa mattina la nuova area della cantieristica all’interno del porto turistico di Imperia, realizzata dal Copi (Consorzio  Operatori Porto di Imperia) nella zona dove un tempo sorgeva il capannone poi demolito. 

L’area, di circa 3000 mq, rilasciata in concessione al Copi, verrà utilizzata per allargare l’area destinata alla cantieristica, ma non per la realizzazione di una strada alternativa di accesso al porto turistico, così come aveva chiesto inizialmente il Consorzio. Un argomento, quest’ultimo, motivo di polemiche tra maggioranza e opposizione negli ultimi giorni.

All’inaugurazione erano presenti l’assessore regionale all’Urbanistica Marco Scajola e il capogruppo di Forza Italia Piera Poillucci. È stato Scajola, affiancato dagli operatori del consorzio (sette in tutto), a tagliare il nastro.

L’INAUGURAZIONE

CORRADO GIANCASPRO (presidente Copi)

“Abbiamo risistemato l’area dell’ex capannone, bonificandola, e a questo punto diventa operativa per le nostre aziende, per le nostre consorziate. Già lunedì vorremmo entrare nell’area per mettere le nostre imbarcazioni, i nostri impianti elettrici e di acqua, che devono essere terminati.

Sulla strada non vorrei intervenire, di parole ne hanno fatte tante. Guardiamo ai fatti, noi oggi abbiamo la nostra area. Io mi auguro che con la nostra pubblica amministrazione , soprattutto la Capitaneria, con il quale siamo molto d’accordo e capisce molto le nostre esigenze, troveremo una soluzione. Certe polemiche le lascerei fare ai politici.

Noi siamo gente per lavorare, la politica non è un nostro compito. Sono certo che con il Comandante e con il dirigente del demanio una soluzione la troviamo. A noi poco importa se il porto sia pubblico o privato, l’importante è che il porto funzioni.

Questo è importante. Il porto deve funzionare, le barche che noi oggi abbiamo all’interno di queste aree per la cantieristica non arrivano tutte da questo porto, purtroppo. Come vedete il porto non è pieno di barche. Direi tutt’altro, dobbiamo lavorare per riempirlo

Oggi c’è una società che gestisce il porto che si chiama Go e quindi il lavoro è il loro, non il nostro. Noi lo riempiamo soltanto per quanto riguarda la cantieristica, questo è il nostro compito e lo faremo sicuramente.  In tutto gli addetti del comparto sono oltre 50. Dalla prossima amministrazione mi aspetto più rapidità in certe situazioni, meno burocrazia. Noi per cementificare questa area abbiamo aspettato circa un anno e mezzo. Noi l’abbiamo cementificata in un mese e mezzo.

Abbiamo altri progetti di sviluppo, certamente, il Copi ne ha altri. Il prossimo è quello di eliminare la collina che vedete alle vostre spalle. Noi vorremmo bonificare anche quella, chiedendola in concessione perchè oggi non la abbiamo in concessione e di andare avanti, di andare avanti perchè il polo della nautica nasce qui a Imperia”.