CALCIO. LA PROVINCIA DI IMPERIA PRESENTA 27 NUOVI ARBITRI. MASSA PREMIATO PER LE 100 PARTITE IN A. IL PRESIDENTE SAVIOLI:”FAMOSI IN TUTTO IL MONDO, TRA GLI ASSOCIATI BEN 4 RAGAZZE”/TUTTI I NOMI

Calcio Calcio: Imperia Home Sport

La Sezione arbitri di Imperia ha 27 nuovi associati che nella doppia seduta del 29 gennaio e 19 febbraio 2018 hanno brillantemente superato gli esami della commissione regionale presieduta dal Presidente Cra Ligure Fabio Vicinanza

collage_arbtr_27imperia

La Sezione arbitri di Imperia ha 27 nuovi associati che nella doppia seduta del 29 gennaio e 19 febbraio 2018 hanno brillantemente superato gli esami della commissione regionale presieduta dal Presidente Cra Ligure Fabio Vicinanza.

Ecco i nomi tra i quali troviamo ben quattro ragazze:

  • Akif Kartal Mehmet
  • Alloero Matilde
  • Annaccarato Davide
  • Barbagallo Lorenzo
  • Caldari Mattia
  • Cardella Alessio
  • Cavicchia Michele
  • Di Cianni Stefano
  • Fioriello Fabio
  • Geminiani Nicolo’ Francesco
  • Gosio Michele
  • La Rosa Fabrizio
  • Martini Roberta Anthea
  • Matani Patrizio
  • Mihai Iosif
  • Nocera Lorenzo
  • Novara Davide
  • Novaro Beatrice
  • Paternolli Giorgio
  • Polyakov Vitalik
  • Portera Nicole
  • Rati Filippo
  • Rivaroli Cristiano
  • Rossi Matteo
  • Succio Luca
  • Sufali Daniel
  • Vassallo Raffaele

Soddisfazione del Presidente dei Fischietti imperiesi Alessandro Savioli. “Gli arbitri della nostra Provincia sono oramai famosi in tutto il mondo, con orgoglio posso affermare che siamo la prima sezione in Italia, in rapporto al numero di associati .

Davide Massa (oltre 100 gare in serie A) arbitro internazionale – Stefano Alassio (assistente con oltre 50 gare in serie A) – Fabio Piscopo arbitro serie B – Luca Amoretti osservatore serie A – GianLuca Morelli arbitro nazionale can 5 – Massimiliano Magri assistente promettente in Lega Pro e tanti altri che ricoprono ruoli di dirigenti,osservatori,arbitri, assistenti nelle categorie nazionali, regionali e provinciali.

E’ un piacere avere questi nuovi ragazzi (alcuni giovanissimi come Filippo Rati di appena 15 anni oltre ad una folta rappresentanza femminile) tutti animati da un forte entusiasmo di iniziare la “carriera arbitrale”.

Per essere arbitri occorre essere responsabili, preparati tecnicamente ed atleticamente, insegniamo loro a rispettare gli altri come prima regola per poter poi essere rispettati in campo e nella vita. Oltre le regole del gioco, sempre in evoluzione, non deve mai mancare il buon senso, la serietà, la buona fede.

Gli errori ci saranno sempre da parte di tutti, nessuno escluso, ma la scuola arbitrale della sezione di Imperia ha sempre dimostrato di avere le capacità di insegnare e scoprire ragazzi/e ragazze con le giuste caratteristiche. Auguro a loro un futuro ricco di soddisfazioni in campo ma soprattutto nella vita”.

[wzslider autoplay=”true” interval=”5000" transition=”‘slide'” lightbox=”true” exclude=”307369"]

Segui Imperiapost anche su: