Home, Imperia — 20 marzo 2018 alle 16:24

“MUSEO NAVIGANTE”. ATTRACCA A IMPERIA LA GOLETTA VERDE “OLOFERNE” PER PROMUOVERE I MUSEI DEL MARE E DELLA MARINERIA ITALIANA/FOTO E VIDEO

Sarà Imperia l’ultima tappa italiana della goletta Oloferne, ovvero il “museo navigante” in viaggio dal 9 gennaio per promuovere i musei del mare e della marineria italiani, che ha attraccato questa mattina di fronte al Museo Navale

di Redazione

collage_golettaoloferne

Sarà Imperia l’ultima tappa italiana della goletta Oloferne, ovvero il “museo navigante” in viaggio dal 9 gennaio per promuovere i musei del mare e della marineria italiani, che ha attraccato questa mattina di fronte al Museo Navale.

Il progetto è promosso dal Galata – Mu.MA di Genova, dal Museo della marineria di Cesenatico, dall’Associazione Musei Marittimi del Mediterraneo e dall’associazione spezzina la Nave di Carta, sotto il patrocinio del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo, in collaborazione con Marina Militare e Guardia Costiera.

L’ imbarcazione del 1944 accoglierà a bordo alcune classi delle scuole di Imperia che parteciperanno ai laboratori di marineria e di biologia marina.

L’equipaggio, composto anche da 8 ragazzi dell’Istituto Nautico N. Sauro della Spezia, parteciperà alla cerimonia di consegna delle Medaglie di Lunga Navigazione in Capitaneria.

Il 22 marzo la goletta si sposterà per l’incontro con il Consorzio Porto peschereccio di Oneglia, mentre l’ultima tappa imperiese della goletta sarà l’info point, dove Giuseppe Scola, veterano dei pescatori, costruirà le ultime maglie della grande rete iniziata dai pescatori dell’Adriatico e conclusa dai pescatori di Imperia.

“Il progetto si chiama ‘Il Museo Navigante’ – dichiara a ImperiaPost il Secondo di bordo , Giampietro Sara - ed è un progetto promosso dall’associazione la Nave di Carta, dal Museo di Cesenatico, dal Galata di Genova e dll’associazione dei Musei Marittimi del Mediterraneo, con l’idea di navigare intorno all’Italia.

Siamo partiti dal Nord Adriatico sino al Mar Ligure, poi andremo a Sète dove c’è il festival della marineria internazionale, per mettere a rete i musei della marineria d’Italia.

Abbiamo toccato una serie di città dove sono presenti dei musei del mare, tra cui oggi a Imperia. In queste giornate ci sono state manifestazioni e iniziative, cose che hanno cercato di stimolare e ricordare la storia della Marineria Italiana.

A bordo abbiamo gli studenti di alcuni nautici italiani che partecipano , navigando con noi, per l’alternanza scuola lavoro”.