Attualità, Home — 11 maggio 2018 alle 15:15

LA GIUNTA REGIONALE A IMPERIA: PROTESTANO I SINDACI DEL GOLFO DIANESE. “MANCA L’ACQUA, SI DICHIARI LO STATO DI CALAMITÀ”/FOTO E VIDEO

“Rischiamo di restare senz’acqua in piena stagione estiva. Si dichiari lo stato di calamità per risolvere
l’emergenza idrica nel Golfo Dianese”. Questo il grido d’aiuto lanciato dai Sindaci del Golfo Dianese

di Redazione

chiappori-diano-marina-acqua-acquedotto

“Rischiamo di restare senz’acqua in piena stagione estiva. Si dichiari lo stato di calamità per risolvere l’emergenza idrica nel Golfo Dianese“. Questo il grido d’aiuto lanciato dai Sindaci del Golfo Dianese, segnatamente Giacomo Chiappori (Diano Marina) e Valerio Urso (San Bartolomeo al Mare) nel corso della conferenza stampa tenutasi presso l’aula dei Comuni della Provincia di Imperia per siglare l’accordo quadro per la realizzazione della pista ciclabile nell’ex sedime ferroviario tra Andora e San Lorenzo al Mare.

I Sindaci hanno approfittato della presenza del Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti per esprimere le proprie preoccupazione sul fronte dell’emergenza idrica che attanaglia il Golfo Dianese ormai da diversi anni.

Giacomo Chiappori

“Le stazione sono scollegate. È importante un collegamento. Io non sono qui a guastare la festa, sono qui a lanciare un urlo. Perché questo Ponente Ligure ha bisogno di acqua e rifiuti. Siamo alla canna del gas. Noi rischiamo di dover aprire una stagione estiva con il fatto che se si rompe un tubo il Golfo Dianese rimane senz’acqua. Queste sono cose importanti se vogliamo mantenere il turismo, perché il turista, dopo due volte che rimane senz’acqua, non torna mai più.

Queste sono le cose che avevo in mente di dire per aiutare il Governatore. Io già a Lupi avevo detto di non venirci a raccontare storie se non aveva i mezzi. Sulla ciclopedonale stiamo attenti a non commettere gli errori del passato, perché abbiamo già un’Area 24 in crisi. Non si pensi che poi possano gestirla i Comuni, perché di soldi non ne hanno, a meno che non si sblocchino i fondi del patto di stabilità

Noi abbiamo anche un altro problema a Diano Marina. Dobbiamo arginare il fiume perché se viene allerta rossa noi abbiamo la stazione che non è raggiungibile. Abbiamo bisogno di collegare la stazione con i mezzi pesanti. Abbiamo bisogno del ponte che va da un argine all’altro che dovreste costruire voi (rivolto ai dirigente di Fs e Rfi, ndr) e che invece è ancora lì ferma. Abbiamo bisogno di una stazione che sia un fiore all’occhiello e che invece non lo è, perché è piena di tutto tranne che di quello che di dovrebbe essere. 

I riflettori rimangano accessi, perché si spengono siamo finiti. Ci mancano anche i soldi del finanziamento per trasformare l’Incompiuta in lista ciclopedonale. Anche su questo fronte, quei finanziamenti sono spariti, non si trovano più”.

Valerio Urso

“Un ringraziamento perché è difficile per noi amministratori locali potersi confrontare con una Giunta Regionale. Pista ciclopedonale fondamentale per il rilancio turistico. 

Detto questo, non voglio rovinare questa giornata di festa, però noi Presidente (rivolto a Giovanni Toti, ndr), da alcuni mesi siamo preoccupati per alcune situazioni. Abbiamo dei problemi che per il turismo. Golfo Dianese tra le più importanti realtà turistiche della regione Liguria. Ci sono emergenze sul nostro territorio.

Si vuole creare nuova occupazione sul turismo, noi ci impegnano per primi, ma non possiamo pensare di creare una meravigliosa pista ciclopedonale senza poi avere l’acqua. Se ci troviamo dal 9 al 12 agosto senz’acqua creiamo un messaggio diverso dalla promozione turistica. Abbiamo bisogno di servizi e sottoservizi fondamentali. Abbiamo bisogno di voi. Questa è una vera e propria calamità. Si intervenga come calamità per, domani, stendere un tubo per risolvere l’emergenza idrica nel Golfo Dianese”.

La giunta regionale a Imperia: la diretta video