ELEZIONI: “LA CITTÁ…DELLA MUSICART”, MONICA TONDELLI (IMPERIA AL CENTRO) RACCONTA IL SUO SOGNO:”NELL’EX DEPOSITO FRANCO…”/ IL PROGETTO

Elezioni comunali 2018 Home

La riqualificazione dell’ex deposito franco di Oneglia sito sulla banchina di Calata Cuneo da molti anni abbandonato.

tondelli collage

“Città….della music-Art” nell’ex deposito franco di Oneglia. È questo il progetto dedicato alla musica ma anche all’arte e al teatro della candidata al consiglio comunale Monica Tondelli della lista “Imperia al Centro” a sostegno di Guido Abbo Sindaco. 

La proposta di Monica Tondelli, candidato consigliere comunale a Imperia.

La riqualificazione dell’ex deposito franco di Oneglia sito sulla banchina di Calata Cuneo da molti anni abbandonato. Uno spazio dedicato ai giovani ma anche ai disabili e a tutti coloro che amano e si vogliono approcciare all’arte, alla musicale e al teatro. Un progetto, nato assieme all’amica Bruna Carlevaris, che vuole trasformare un’area dimenticata da molti anni in un centro di aggregazione con laboratori dedicati ai giovani imperiesi.

 “Penso ad una città che torna a vivere – spiega Monica Tondelli a ImperiaPost – in cui i giovani possono pensare di restare e di sviluppare le loro passioni come la musica, l’arte e il teatro all’interno di uno spazio dedicato a loro. Uno spazio aggregativo che consenta a tutti di esprimersi, uno spazio che potrebbe togliere dalla strada e magari alle brutte compagnie molti dei nostri giovani, uno spazio ricreativo per i disabili, uno spazio permanente dedicato ai concerti. Non è vero che gli imperiesi sono spenti, quando si organizzano eventi di qualità le persone accorrono numerose anche da fuori città. Così come per il campo di atletica e la piscina comunale, la “Città…della Musicart” potrebbe attirare molte persone del golfo dianese, dell’entroterra e della valle San Lorenzo.

Un altro tema da affrontare al più presto è senza dubbio il “piano del rumore“, inadeguato per le esigenze di una città con vocazione turistica. Non possiamo pensare di non investire nella cosiddetta “Movida” se vogliamo rilanciare Imperia anche sotto il punto di vista del turismo giovanile“.

ECCO IL PROGETTO:

#Giovani – #musica #arti #aggregazione #gioia #vita #per tutti#…

L’IDEA 

Obiettivi 

Aggregare le persone, soprattutto giovani attorno a progetti e laboratori multidisciplinari nel campo delle arti ed in particolare della musica.

A chi si rivolge

A tutte le persone che amano le arti e la musica che vivono nella nostra città o nel suo comprensorio.

Azioni concrete 

Ottenere spazi attrezzati per accogliere chi vuole esprimere le sue potenzialità artistiche c/o musicali o semplicemente dare concretezza ad una passione artistica.

 Partner 

Comune, Ordine degli Architetti (gruppo switch), gruppi musicali, singoli artisti, chiunque sia coinvolto nelle attività del mondo artistico e musicale a qualsiasi livello (locale c/o nazionale)

GLI SPAZI 

L’edificio ex Deposito Franco di Oneglia 

Edificio non utilizzato ed in cerca di nuova destinazione d’uso con autentica valenza pubblica che ne consenta l’apertura alla cittadinanza tutta e senza limitazioni.

Gli spazi funzionali della proposta e gli spazi collettivi.

Tutti gli spazi al piano terra e al primo piano saranno destinati ai laboratori attrezzati, sala di registrazione, sala provini e comunque dedicati all’espressione artistica nel più ampio significato del termine, senza alcun limite di creatività e di manifestazione. La corte centrale è il luogo di rappresentanza, dove i protagonisti esibendosi od esibendo le loro opere accolgono e interagiscono con il pubblico.

Le relazioni con il contesto

Per la sua particolare ubicazione l’edificio richiama molti interventi già realizzati con successo in altre città che si affacciano sul mare e che hanno saputo riconvertire spazi ormai abbandonati in veri e propri luoghi di incontro e aggregazione. Savona, Genova, Barcellona, Lisbona ed altre ancora hanno trovato in analoghe condizioni l’occasione per restituire spazi alla comunità rinnovando quel rapporto secolare tra città, porto, mare da sempre esistito anche a Imperia ma momentaneamente sospeso o limitato, come in questo caso per cessazione o variazioni delle attività economiche portuali.

La Gestione

  • Chi gestisce lo spazio

la “Città..della Music-Art” potrà essere gestita da una associazione no profit (o direttamente dal settore manifestazioni del comune di Imperia) creata per l’occasione e composta da tutti coloro che sostengono l’idea. Eventuale supervisione sul corretto utilizzo degli spazi potrà essere demandato ad un organo di controllo formato da rappresentanti dell’Ente comune.

LE RISORSE E I TEMPI

Risorse economiche

Per la ristrutturazione dell’immobile si dovrà ricorrere a risorse pubbliche (locali, Regionali, statali, comunitarie) senza escludere eventuali proposte di progetto di finanza pubblico-privata (project financing) che comunque dovranno inderogabilmente esaltare la forte valenza di utilità pubblica della struttura.

Sponsor del settore musicale e discografico.

Sponsor locali interessati ad azioni di mecenatismo.

– Risone umane

Le risorse umane sono individuate nel mondo del volontariato coinvolgendo tutti coloro che si sentono di poter trasmettere ai giovani le proprie conoscenze artistiche e musicali. L’associazione no profit che gestirà gli spazi si incaricherà di coordinare e formare gli operatori addetti al funzionamento di tutte le attività contenute nella “Città…della MusicArt” anche attraverso lo strumento della “Banca del Tempo”.

IMPEGNI CONCRETI

  • uso temporaneo, cosa fare subito da qui a 3-6 mesi; evento iniziale di lancio del progetto tramite un concerto con gruppi musicali locali
  • uso permanente, cosa fare a medio termine; definire gli spazi anche in più lotti purchè funzionali ed avviare le attività.

 

Segui Imperiapost anche su: