Cronaca, Home — 17 maggio 2018 alle 09:21

IL QUESTORE CHIUDE PER 7 GIORNI LA DISCOTECA “KURSAAL” DI BORDIGHERA, TROPPE RISSE ALL’ESTERNO DEL LOCALE /IL PROVVEDIMENTO

Il provvedimento è stato emesso ieri dal Questore della provincia di Imperia, Cesare Capocasa, che, sulla scorta di una nutrita documentazione prodotta, ha ordinato la sospensione dell’attività

di Redazione

kursaal-discoteca-risse-chiusura-questore-cesare-capocasa-bordighera-imperia-carabinieri

Sono 7 i giorni in cui la discoteca “Kursaal Club”, situata nel territorio di Bordighera, dovrà rimanere chiusa.

Il provvedimento è stato emesso ieri dal Questore della provincia di Imperia, Cesare Capocasa, che, sulla scorta di una nutrita documentazione prodotta, ha ordinato la sospensione dell’attività.

Numerosi gli interventi dei Carabinieri all’esterno della discoteca

I militari della Compagnia dei Carabinieri di Bordighera, infatti, hanno raccolto numerose segnalazioni di risse avvenute all’esterno del locale, ragazzi in evidente stato di alterazione alcolica e alcune aggressioni da parte di soggetti extracomunitari ai danni dei giovani che stanziavano all’esterno dello stesso, noto centro di aggregazione specialmente durante i fine settimana.

L’arco temporale preso in considerazione, al fine di un’attenta valutazione da parte dell’Autorità provinciale di Pubblica Sicurezza, va dallo scorso settembre all’aprile 2018, nel corso del quale più di 15 sono stati gli interventi dei militari dell’Arma, spesso sollecitati dallo stesso titolare del locale, che ha sempre collaborato con le forze dell’ordine.

Grazie ai loro tempestivi interventi la situazione è sempre rimasta nei confini della legalità, ma, al contempo, la ciclicità degli stessi testimonia che il locale sia un pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica, bene tutelato proprio dall’art. 100 T.U.L.P.S. che, in chiave cautelare, persegue un obiettivo di prevenzione e tutela.

La chiusura del locale consente di mettere fine al portarsi di una situazione di pericolosità sociale e, quindi, la sua adozione riguarda l’esigenza di tutelare la sicurezza dei cittadini, minacciata dalla presenza di persone potenzialmente pericolose,

prescindendo da ogni responsabilità dell’esercente. Compito primario dell’Autorità di Pubblica Sicurezza, infatti, è quello di curare l’osservanza delle leggi nonché di adottare i provvedimenti idonei ad incidere sull’attività e sui comportamenti che hanno determinato turbative per l’odine pubblico e la sicurezza dei cittadini.

 
 
 
POPUPOKLANT