Elezioni comunali 2018, Home — 19 maggio 2018 alle 16:28

ELEZIONI IMPERIA 2018: “#ONEGLIAPEDONALE”, IL PROGETTO DEL CANDIDATO SINDACO GUIDO ABBO:”SARÀ IL SALOTTO DELLA CITTÀ”

A seguito della pedonalizzazione di via Cascione a Porto Maurizio, avvenuta nel corso dell’amministrazione uscente, l’intenzione è quella di esportare lo stesso modello anche a Oneglia

di Redazione

Schermata 2018-05-19 alle 16.24.22

Una proposta per rendere il centro di Oneglia una zona pedonale. È questo il progetto del candidato sindaco del centrosinistra Guido Abbo, attuale vice sindaco.

A seguito della pedonalizzazione di via Cascione a Porto Maurizio, avvenuta nel corso dell’amministrazione uscente, l’intenzione è quella di esportare lo stesso modello anche a Oneglia, realizzando una vera e propria rivoluzione della viabilità, che potrebbe cambiare il volto a Imperia.

Il progetto di Guido Abbo

“Una città con meno traffico, più biciclette e pedoni è possibile. Dopo la pedonalizzazione di Via Cascione, dobbiamo studiare soluzioni per rivitalizzare anche il centro di Oneglia. Via Amendola, con bellissimi palazzi storici ma oppressa dalla coda continua di auto, deve essere chiusa al traffico, e Via Bonfante, salotto della città, deve diventare pedonale o almeno ZTL.

Si realizzerà così un’ampia area pedonale di tutto rispetto, comprendendo anche Calata Cuneo, Via San Giovanni, Via Ospedale e Via Monti. Inoltre sarà necessario procedere alla riqualificazione dei Portici, con la sostituzione della pavimentazione, e si potrà pensare anche ad eliminare o ridurre i parcheggi in Piazza Dante, incentivando i locali sulla Piazza ad aprire nuovi dehors. Tutta l’area pedonale sarà collegata alla nuova Rete Ciclabile Urbana, il cui asse principale passerà sull’ex sedime ferroviario che è collegabile in diversi punti al centro di Oneglia.

Per poter ipotizzare di chiudere alle auto Via Amendola, sarà necessario preventivamente potenziare la capacità di assorbire il traffico da parte di Via Agnesi (per evitare gli ingorghi che si creano quando si chiude Via Amendola in occasione di fiere e simili). Questo può essere fatto con 3 interventi:

– Realizzazione di una bretella di circa 150 metri fra l’inizio di Via Diano Calderina lungo la scarpata ferroviaria per aggirare Piazza Ulisse Calvi e nel contempo collegare Via Santa Lucia alla pista ciclabile sugli ex binari;

- Allargamento di Via Agnesi nel tratto fra il Ricovero e la Chiesa di San Sebastiano e Rocco;

- Realizzazione di una rampa stradale dalla rotatoria delle carceri sino alla rotatoria sull’ex sedime ferroviario, già compresa nel progetto della ciclabile del Bando Periferie Urbane, che si collega poi tramite il ponte della ex ferrovia ad una terza rotatoria da realizzarsi all’inizio di Borgo San Moro.

In questo modo Via Agnesi diventerà una sorta di circonvallazione urbana, che consentirà di aggirare il centro di Oneglia in direzione est – ovest, e di arrivare agevolmente oltre l’Impero. Gli interventi viabilistici sopra indicati potranno essere finanziati e realizzati nell’ambito dei lavori di realizzazione del tratto di pista ciclabile dalla Stazione di Oneglia sino a Borgo Peri, così come nel progetto delle Periferie Urbane è compreso il tratto dalla Stazione di Oneglia a Borgo San Moro.”