CHIUSAVECCHIA: “MIA FIGLIA LASCIATA A PIEDI DAL BUS RT ALLE 7 DEL MATTINO”, L’AMAREZZA DI UNA MAMMA:”È SUCCESSO PIÙ VOLTE, È INACCETTABILE”/LA STORIA

Cronaca Home

La segnalazione è di Teresa Nembrini, residente del piccolo comune nell’immediato entroterra imperiese e madre di una 15enne solita a usufruire del servizio pubblico di trasporti per andare a scuola a Pontedassio o per recarsi a Imperia.

Schermata 2018-05-23 alle 12.19.52

“Il bus ha tirato dritto alla fermata di Chiusavecchia, lasciando a piedi mia figlia che doveva andare a scuola”. È questa la segnalazione di Teresa Nembrini, residente del piccolo comune nell’immediato entroterra imperiese e madre di una 15enne solita a usufruire del servizio pubblico di trasporti per andare a scuola a Pontedassio o per recarsi a Imperia.

Il problema, secondo il racconto di Teresa Nembrini, si è ripetuto diverse volte nel corso dell’anno scolastico, sia al mattino sia al pomeriggio, creando notevoli disagi negli spostamenti della famiglia.

“Vorrei segnalare il problema riguardante il trasporto pubblico RT a Chiusavecchia – racconta Teresa Nembriniio abito qui con la mia famiglia e ogni mese compro l’abbonamento a mia figlia 15enne, al costo di 42 euro, per farle prendere il bus al mattino alle 7.20 per recarsi a scuola a Pontedassio.

La questione è che, dall’inizio dell’anno, è già capitato 3 volte che l’autobus non si fermasse alla fermata in piazza – continua – lasciando a piedi mia figlia e alcune sue compagne. L’autobus, tra l’altro, non era nemmeno pieno. Conseguentemente, abbiamo dovuto accompagnarle noi genitori in macchina, nonostante gli impegni.

L’ultimo disagio si è verificato venerdì scorso, questa volta di pomeriggio – aggiunge – Mia figlia doveva scendere a Imperia con la corriera delle 15.10, ma il bus è passato alle 15, senza fermarsi ad aspettare l’orario giusto. Così sia mia figlia sia le altre persone che aspettavano non hanno potuto prendere il trasporto pubblico. 

Questo per noi è un grave problema, anche perché  di corse ce ne sono poche, di domenica non ce ne sono proprio, quindi quelle rare che ci sono per noi sono importanti e ci facciamo affidamento. Paghiamo per un servizio e deve essere effettuato nel modo giusto.

Qualche giorno fa, a seguito dell’ultimo disguido, fa ho passato l’intera mattinata a tentare di mettermi in contatto con l’RT Imperia per sporgere un reclamo – conclude – ma non ho mai avuto risposta”.

Segui Imperiapost anche su: