SUPERA LA FILA ALLA CASSA DI UN SUPERMERCATO E AGGREDISCE UNA DONNA CHE LO RIMPROVERA, I CARABINIERI ARRESTANO UN 45ENNE

Cronaca Home

La vicenda è stata subito chiara grazie alle testimonianze delle numerose persone presenti all’interno del supermercato

carabinieri-arresto-aggressione-supermercato

Nel pomeriggio di sabato i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Ventimiglia hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato di J.M.W., un 45enne polacco, dopo una richiesta di intervento fatta dal personale della sicurezza del supermercato Carrefour di Via Roma a seguito di una lite scaturita tra l’uomo e una donna, una 55enne di Ventimiglia.

L’operazione dei Carabinieri

La vicenda è stata subito chiara grazie alle testimonianze delle numerose persone presenti all’interno del supermercato: le cassiere in particolare, ancora evidentemente scioccate da quanto assistito, hanno dettagliatamente riferito di aver notato l’uomo mentre senza alcuna giustificazione oltrepassava la fila, trovandosi insieme alla donna in una delle casse; ma quest’ultima non si è lasciata intimorire dall’aspetto possente e vigoroso dell’uomo, tanto da rimproverargli di avere la precedenza.

La donna nulla ha potuto però contro la reazione aggressiva e immediata dell’uomo, che con una gomitata brutale allo stomaco l’ha scaraventata via di qualche metro procurandole un violento colpo alla schiena, che ha urtato contro la cassa, e alla testa, battuta rovinosamente a terra.

L’intervento dei militari è stato immediato; al loro arrivo hanno subito individuato l’uomo, ancora visibilmente alterato, e fornito insieme al personale della Croce Rossa sopraggiunto i soccorsi necessari alla donna, rinvenuta ancora immobile a terra priva di sensi.

J.M.W. è stato subito accompagnato in caserma per i dovuti accertamenti; all’esito dei soccorsi eseguiti sulla donna, nel frattempo trasportata al Punto di Primo Intervento di Bordighera, è stato infine dichiarato in arresto con l’accusa di lesioni personali aggravate dai futili motivi.

Per la vittima invece la prognosi è di 12 giorni per una distrazione del rachide cervicale.

Questa mattina presso il Tribunale di Imperia, in sede di giudizio direttissimo, dopo averne convalidato l’arresto ed accolto la richiesta di patteggiamento, il giudice lo ha condannato ad un anno di reclusione, sospendendo la pena e disponendo il divieto di dimora nella Provincia di Imperia.

L’operazione è il frutto di un’attenta attività di vigilanza e perlustrazione da parte del personale della Compagnia di Ventimiglia, eseguita con l’obiettivo di massimizzare la presenza dell’Arma per incrementare il livello di sicurezza dei cittadini nella città di confine con dispositivi rinforzati di controllo del territorio con compiti di prevenzione e repressione dei reati, in particolare contro il patrimonio e contro la persona.

Segui Imperiapost anche su: