Cultura e manifestazioni, Home — 6 giugno 2018 alle 17:16

IMPERIA:”CI VUOLE UN CITTÀ PER CRESCERE UN BAMBINO”, IL 7 GIUGNO ALLA CAMERA DI COMMERCIO LA PREMIAZIONE DEL PROGETTO

Tale azione che ha lo scopo di incentivare e sostenere l’istituzione dell’affido come risposta alle difficoltà di instabilità familiare e prevenzione di interventi, viene svolta integrando l’equipe con le associazioni del terzo settore impegnate nel sostegno alla famiglia

di Redazione

Logo Affido.cdr

L’Equipe integrata “famiglia e minori” del Distretto Socio Sanitario imperiese, come previsto dal protocollo operativo allegato al piano di distretto, sta operando oltre che alla valutazione e gestione dei piani assistenziali per le situazioni complesse presenti nel DSS3 anche alle azioni correlate alla promozione dell’affido familiare.

Tale azione che ha lo scopo di incentivare e sostenere l’istituzione dell’affido come risposta alle difficoltà di instabilità familiare e prevenzione di interventi, anche economicamente, più complessi, viene svolta integrando l’equipe con le associazioni del terzo settore impegnate nel sostegno alla famiglia.

Il progetto dal titolo “Ci vuole un città per crescere un bambino. Impariamo ad affidarci” è previsto in tre annualità.

Nel corso dell’anno scolastico 2016/2017 erano state coinvolte le scuole dell’infanzia del Distretto imperiese per la realizzazione del logo del progetto che nella manifestazione tenuta a Imperia il 15 maggio 2017 presso il Palazzetto dello Sport era stato selezionato.

Quest’anno sono state le scuole primarie ad essere coinvolte per la realizzazione di una breve rappresentazione teatrale da cui è previsto trarre un video-spot promozionale.

Il 7 giugno presso l’Auditorium della Camera di Commercio dalle 14.00 alle 17.00 verranno presentati i lavori realizzati e sarà scelto il più idoneo.

L’attività con i bambini, gli insegnanti-educatori e le famiglie nel corso di questi due anni ha permesso di sviluppare l’attenzione all’accoglienza ed all’affido ed ha già avuto una buona ricaduta nella disponibilità all’affido di famiglie e singoli, permettendo al nostro territorio di offrire soluzione a diverse situazioni presenti.

Il progetto continuerà il prossimo anno con azioni per coinvolgere tutta la comunità, consapevoli che solo una promozione costante nel tempo, accompagnata da interventi di sostegno alle coppie affidatarie, può portare d interventi efficaci. Equipe integrata minori e famiglie