ELEZIONI IMPERIA 2018. L’ANNUNCIO DI LUCA LANTERI: “LIBEREREMO SPAZI A USO COMUNE PER IL VERDE. SCAJOLA SU CASA E MATTONE DEVE STARE IN SILENZIO”/FOTO E VIDEO

Elezioni comunali 2018 Home

Il candidato Sindaco del centrodestra Luca Lanteri ha dato il via questa mattina, con una conferenza stampa,
alla campagna elettorale per il ballottaggio che, il prossimo 24 giugno lo vedrà affrontare Claudio Scajola

conferenza stampa lanteri 12 giugno

Il candidato Sindaco del centrodestra Luca Lanteri ha dato il via questa mattina, con una conferenza stampa, alla campagna elettorale per il ballottaggio che, il prossimo 24 giugno lo vedrà affrontare Claudio Scajola. Nel dettaglio, Lanteri ha annunciato che convocherà quasi ogni giorno una conferenza stampa per un focus sui principali punti del proprio programma elettorale.

In particolare, questa mattina, il candidato Sindaco del centrodestra, che non ha risparmiato qualche frecciata velenosa al proprio avversario, ha rivelato che nei primi 100 giorni di mandato ha in previsione di approvare una delibera di giunta sul fronte della riqualificazione dei centri urbani che prevederà “almeno il 10% di superficie occupata dal cemento in meno, liberando degli spazi per uso comune per il verde”.

L’intervista – Luca Lanteri

“Da oggi inizia la nostra attività per il ballottaggio, ringrazio di cuore tutti coloro che ci hanno votato, i nostri 152 candidati, i nostri sostenitori, tutti coloro che ci hanno dato una mano. Grazie di cuore.

Da oggi si apre una fase nuova e devo parlare a tutta la città. Ho un programma molto articolato che tutti hanno potuto leggere. In questi giorni farò una serie di focus e di approfondimenti in modo tale da poter condividere il tema del giorno con tutta la città e poi ricevere quindi suggerimenti e richieste di integrazione.

Oggi parliamo di un tema molto importante, sono stato criticato ingiustamente in un modo anche brutto e forse anche vigliacco sulla preoccupazione che con me Imperia possa avere tanto cemento e possa avere tanta speculazione. State tranquilli, perchè non ci sono più le condizioni economiche dove gli imprenditori vengono a Imperia a comprare aree o fabbricati per fare alloggi. Questo non succede più perchè lo dice il mercato.

Le critiche sono arrivate da Claudio Scajola, che non deve permettersi di farmi nessuna critica, su questo tema della casa e del mattone credo che se ne debba stare in silenzio. Sapete tutti che i processi di edificazione della città non sono governati nè dal sindaco, nè dagli assessori, nè dai dirigenti comunali, ma sono regolamentati dalle leggi. In questo caso dal vigente piano regolatore.

Il piano regolatore è stato approvato il 2 agosto del 1994. Il sindaco era Claudio Scajola. Tutto ciò che è stato fatto è stato fatto sulla base, legittimamente ci mancherebbe, di tutto ciò che il piano regolatore prevedeva.

Oggi si cambia pagina, si volta pagina, si cambia registro, non ci saranno grossi interventi di speculazione edilizia a Imperia, ma ci saranno tanti interventi di demolizione e ricostruzione. Questo servirà per riqualificare i centri urbani. Verrà fatta sulla base del piano casa e sulla base della nuova legge che sta approvando la Regione Liguria sulla rigenerazione urbana.

Faccio già un’anticipazione importante. Noi nei primi 100 giorni porteremo una delibera che andrà a dire come ci muoveremo in questa impresa molto difficile e molto complicata della riqualificazione di questi spazi. Si andrà a intervenire su tutte le aree dismesse e degradate.

Faremo una delibera nei primi 100 giorni. Abbiamo ragionato tanto, con una serie di amici che mi stanno dando una mano faccio già una anticipazione su queste aree, ci sarà almeno il 10% di superficie occupata dal cemento in meno, liberando degli spazi per uso comune per il verde.

Questa è una anticipazione importante, non ho detto che libereremo il 10% degli spazi, ma libereremo almeno il 10%.

Lavoreremo con intensità su questo, ma credetemi che il tema della riqualificazione è un tema importantissimo per fare vivere meglio la nostra città che sarà una città più a misura d’uomo, più sostenibile. Sarà una città più smart e più green“.

Segui Imperiapost anche su: