IMPERIA: I CARABINIERI ARRESTANO IL PUSHER DEI TEENAGER. IN MANETTE DOPO IL LITIGIO CON UN “CLIENTE”/ I DETTAGLI

Cronaca Home

Il giudice Massimiliano Botti ha convalidato l’arresto e ha disposto
il divieto di dimora in provincia di Imperia rinviando il processo…

arresto droga

Un alterco tra connazionali ha portato all’arresto di un 19enne considerato dagli inquirenti uno dei maggiori pusher dei giovani imperiesi. Si tratta di M.A., proveniente dalla Libia, ma con cittadinanza sudanese, trovato in possesso di 18 grammi di stupefacenti tra cocaina e hashish. I militari del nucleo radiomobile di Imperia si sono recati ieri sera attorno alle 19 in via Doria dove il proprietario, un magrebino, li aveva allertati per una lite in corso. L’uomo aveva invitato il giovane ad andare via dalla propria abitazione ma quest’ultimo si sarebbe rifiutato perché non pagato a seguito di una cessione di stupefacente.

All’arrivo dei militari il giovane ha gettato a terra una dose di cocaina e così è scattata la perquisizione della casa e dei suoi occupanti. Dopo poco i carabinieri hanno trovato altre dosi nascoste di cocaina e di hashish tutte, secondo le testimonianze degli occupanti della casa, al giovane 19enne. 

I militari hanno così proceduto all’arresto per spaccio e il giovane è stato processato questa mattina per direttissima presso il tribunale di Imperia. Il giudice Massimiliano Botti ha convalidato l’arresto e ha disposto il divieto di dimora in provincia di Imperia rinviando il processo al prossimo 20 settembre. Il giovane, consigliato dal suo legale, si è avvalso della facoltà di non rispondere. 

Segui Imperiapost anche su: