Elezioni comunali 2018, Home — 21 giugno 2018 alle 13:35

ELEZIONI IMPERIA 2018: SICUREZZA, IL CANDIDATO SINDACO SCAJOLA.”IL COMUNE PUÒ E DEVE FARE LA PROPRIA PARTE”

Interviene così, in una nota stampa, il candidato sindaco Claudio Scajola, sul tema della sicurezza

di Redazione

claudio scajola sicurezza imperia elezioni

“Dalle ultime indagini a livello nazionale, la Provincia di Imperia si posiziona agli ultimi posti nelle classifiche sulla qualità della vita, risultando nella parte bassa delle classifiche in base ai vari parametri utilizzati: dal lavoro, all’ambiente, al tempo libero, al tenore di vita e, non ultimo, alla sicurezza (fonti: Il Sole 24 Ore, Italia Oggi, Università la Sapienza di Roma). La città di Imperia, purtroppo, non si discosta molto dai parametri provinciali – Interviene così, in una nota stampa, il candidato sindaco Claudio Scajola, sul tema della sicurezza.

Sicurezza: la nota stampa del candidato sindaco Claudio Scajola

“Uno degli effetti di tale quadro è la carenza di sicurezza urbana effettiva e percepita dai cittadini.

Il Comune può e deve fare la propria parte per garantire la sicurezza in primis dei propri cittadini e anche dei turisti: la sicurezza è uno dei prerequisiti di una città turistica e di una città in cui è piacevole vivere. Nessuno vorrebbe vivere o venire in vacanza in una città insicura.

Come intervenire?

Certamente andrà potenziata ed estesa la rete di videosorveglianza, al fine di completare la vigilanza degli accessi/uscite della città, implementare la presenza di videosorveglianza nelle zone cittadine che risultano scoperte, borghi frazionali compresi.

Tuttavia è imprescindibile che il Sindaco, recuperando l’autorevolezza del ruolo e avvalendosi dei nuovi strumenti previsti dal decreto Minniti, assuma un ruolo chiave nel contrasto all’illegalità: occorre provvedere alla stipula di un patto formale con il Prefetto e tutte le forze di Polizia, in cui vengano confermati e ribaditi i punti nodali di interesse previsti dal già citato decreto, affinché vi sia una concreta collaborazione fra le varie forze in campo.

In tale quadro, affiancando e supportando l’importante azione delle altre forze di Polizia, la Polizia Locale può e deve diventare un elemento centrale nel miglioramento della sicurezza della nostra città. Imperia è oggi in grave difficoltà sotto tale profilo, per una serie di motivi.

Anzitutto, il numero di operatori attuale è fortemente ridotto rispetto alla previsione della pianta organica, scoperta per circa il 30%. Occorre quindi, anzitutto, procedere ad incrementare il numero di operanti, con nuove assunzioni, consentite dal c.d. “decreto Minniti”.

Più Polizia Locale sulla strada, non per fare più multe, ma per garantire più sicurezza e ordine per i cittadini.

Occorre, però, procedere ad una vera ed effettiva trasformazione della Polizia Municipale in una moderna ed efficiente Polizia Locale, con un adeguamento della strumentazione tecnologica – logistica e della parte addestrativa per la Polizia Locale: dal rinnovo del parco veicoli, ormai vetusto e disomogeneo, all’adozione di spray urticante e sfollagente estensibile per la difesa degli operatori, dall’adozione di vestiario più moderno ed adeguato alle nuove funzioni, al costante aggiornamento sulle normative, ecc.

Occorrerà inoltre istituire un Ufficio distaccato a Porto Maurizio, quale presidio e punto di riferimento di cittadini e personale presente su territorio, individuando e rendendo idoneo uno dei molti immobili comunali e/o pubblici in disuso.

Inoltre occorre procedere l’istituzione di una Squadra di Pronto Intervento Sicurezza, con un numero verde che il cittadino possa chiamare per ottenere un’immediata risposta diretta, da parte di operatori qualificati ad intervenire, se del caso a supporto delle altre forze di Polizia.

Da ultimo, ma non meno importante, occorrerà una decisa azione alla motivazione del personale nel perseguimento degli obiettivi, sollecitandoli ad essere propositivi anche evidenziando le criticità, sensibilizzando i Dirigenti, in particolare il Comandante, quale massimo fulcro dell’organizzazione, ad una attenzione particolare al benessere dei dipendenti e alle esigenze operative, ben sottolineando come sia indifferibile un corretto rapporto con i collaboratori improntato al rispetto, alla motivazione, all’orgoglio di appartenenza e che senza di esso non è possibile ottenere un risultato ottimale.

Gli operatori della Polizia Locale devono recuperare l’orgoglio di vestire la propria divisa e di rappresentare il vero biglietto da visita e la prima interfaccia del Comune con cittadini e turisti”.