Elezioni comunali 2018, Home — 25 giugno 2018 alle 10:52

CLAUDIO SCAJOLA NUOVO SINDACO DI IMPERIA. IL COMMENTO DI GIOVANNI TOTI:”LA CITTÀ SI CONFERMA DI CENTRODESTRA. I DUE CANDIDATI PROVENIVANO DALLA STESSA AREA CULTURALE”

Il commento di Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria e sostenitore del candidato sindaco alle elezioni comunali di Imperia Luca Lanteri, scelto per guidare la coalizione di centrodestra.

di Redazione

Schermata 2018-06-25 alle 10.35.50

“Certamente su Claudio Scajola ha contato moltissimo la consuetudine con quella città, la storia con quella città”. Così commenta Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria e sostenitore del candidato sindaco alle elezioni comunali di Imperia Luca Lanteri, scelto per guidare la coalizione di centrodestra.

Lanteri è stato battuto dall’ex ministro fermandosi al 47,95% con 7.494 voti, contro gli 8.136 di Scajola.

Il commento di Giovanni Toti

“Ancora una volta il centrodestra si conferma una forza credibile in molte città dove non ha mai vinto, come Siena, Pisa, Massa Carrara, Sarzana in Liguria, da 70 anni con la sinistra. Una via amministrativa corretta e concreta.

Il centrosinistra scompare dalla regione Liguria. Anche da Imperia. Claudio Scajola, a cui vanno i nostri complimenti, si è imposto su Luca Lanteri, il candidato che avevamo scelto per la nostra coalizione. Insieme a Marco hanno fatto una corsa straordinaria recuperando tanti voti rispetto al primo turno, eppure per pochissimi voti non ce l’hanno fatta.

Imperia ha dimostrato di essere una città solidamente di centrodestra, i due candidati correvano con 2 sensibilità diverse della nostra medesima area culturale. È andata in ogni caso nella direzione che abbiamo auspicato. Ovviamente, avremmo preferito che si fosse guardato al futuro con più slancio. I complimenti vanno a chi ha vinto e a chi ha avuto la fiducia dei cittadini. Certamente su Claudio Scajola ha contato moltissimo la consuetudine con quella città, la storia con quella città. Il centrodestra si è diviso e Scajola ha vinto per poco più di 600 voti. Non si possono discendere teorie nazionali.

Ora il sindaco deve governare fin da adesso, la Liguria è con lui e che la Regione c’è e ci sarà, per tutti i progetti di cui ha bisogna la città per ripartire.

Complimenti a tutti gli uomini della nostra coalizione che si sono battuti generosamente, recuperando uno straordinario distacco. Un vero e proprio testa a testa che conferma la vocazione di centrodestra della città e del radicamento delle liste civiche.

Deve partire una storia diversa. Il centrodestra ha vinto perchè ha dimostrato di amministrare nel bene dei cittadini, di saper guardare al futuro del paese. Auguro a tutti i sindaci che hanno vinto di governare seriamente, mantenendo le promesse fatte, nell’interesse dei loro cittadini. Da questo dipende il futuro del centrodestra, una forza compatta e coesa, al di là della strada che sta prendendo a Roma. Anche dalla rossa Toscana e dall’ex rossa Liguria, alla Lombardia e tutti gli altri Comune al centro e al sud.

Siamo molto soddisfatti di questa tornata elettorale, la Liguria da domani è ancora più di centrodestra. Sarzana è il caso epocale”.