Cronaca, Home — 25 giugno 2018 alle 10:38

AGGREDISCE E RAPINA UNA 18ENNE INCINTA, 32ENNE DENUNCIATO DAI CARABINIERI

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Ventimiglia hanno proceduto a deferire in stato di libertà un migrante extracomunitario colpevole di aver consumato una rapina per un telefono cellulare nei confronti di una migrante

di Redazione

aggressione donna incinta migrante (1)

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Ventimiglia hanno proceduto a deferire in stato di libertà un migrante extracomunitario colpevole di aver consumato una rapina per un telefono cellulare nei confronti di una migrante.

Si tratta dello stesso ragazzo che solo sabato scorso era stato soccorso al Valico di Frontiera di Ponte San Luigi dopo una caduta dalla parete rocciosa che stava tentando di attraversare per raggiungere la Francia.

La vittima, una giovane 18enne ivoriana, si trovava da sola lungo il C.so Montecarlo di Mortola, quando all’improvviso è stata aggredita dal 32enne del Ciad che l’ha afferrata per il collo trascinandola con forza in mezzo ad alcune sterpaglie lungo un sentiero adiacente la strada, asportandole il telefono cellulare.

Le urla della ragazza hanno attirato l’attenzione di alcuni residenti che hanno allertato i Carabinieri, prontamente intervenuti a soccorso della ragazza.

L’uomo, individuato poco distante dal luogo del fatto, è stato accompagnato in caserma e al termine degli accertamenti è stato denunciato in stato di libertà per il reato di rapina.

La ragazza, che per fortuna presentava solo lievi lesioni al collo, è stata accompagnata prima presso il Pronto Soccorso di Bordighera e successivamente presso quello di Sanremo per ulteriori analisi che hanno scongiurato conseguenze sullo stato di gravidanza in cui versa la giovane.