Cultura e manifestazioni, Golfo Dianese, Home — 28 giugno 2018 alle 12:36

“CERVO IS MAGIC”. DAL 14 LUGLIO AL VIA IL 55° FESTIVAL INTERNAZIONALE DI MUSICA DA CAMERA. WALTER NOZZI:”AD APRIRE SARÀ STEFANO BOLLANI”/FOTO E VIDEO

Cervo regala da più di un secolo Arte di altissima qualità: e allora di nuovo via alla grande musica sotto le stelle, in uno scenario naturale di impareggiabile fascino, un palcoscenico “magico” , ambito e calcato dai più grandi musicisti della nostra epoca.

di Gaia Ammirati

Schermata 2018-06-28 alle 12.29.15

Stefano Bollani apre il 55º Festival di Musica da Camera di Cervo. Un inizio col botto!

Que Bom è il nuovo progetto nato dal grande amore per le sonorità brasiliane realizzato interamente nel cuore di Rio, fatto di brani inediti e originali e che sarà l’attesissimo disco dell’estate 2018.

Cervo regala da più di un secolo Arte di altissima qualità: e allora di nuovo via alla grande musica sotto le stelle, in uno scenario naturale di impareggiabile fascino, un palcoscenico “magico” , ambito e calcato dai più grandi musicisti della nostra epoca.

L’estate musicale di Cervo propone quest’anno diciassette appuntamenti tra il 14 luglio e il 29 agosto 2018: un ricco cartellone fatto di eventi di gusto e natura differenti, dai concerti del tradizionale repertorio cameristico agli spettacoli “cross over” dedicati a generi variegati e alle rappresentazioni teatrali, che prenderanno vita sui “palcoscenici” di Cervo: il Sagrato dei Corallini e il Parco naturalistico del Ciapà. Poi, anche in questa edizione, un concerto nella Chiesa di San Giovanni Battista (17 luglio) che avrà come protagonista Giorgio Revelli, interprete all’organo, al clavicembalo e al virginale.

E a proposito di magici palcoscenici, grande novità di quest’anno, il concerto del 12 agosto con Luca Magariello (violoncello) e Cecilia Novarino (pianoforte) – in collaborazione con Amfiteatrof Festival – che si svolgerà a Seborga, nella suggestiva Piazza San Martino.

Con l’appuntamento del 17 luglio iniziano dunque le esecuzioni dei grandi interpreti della musica classica e dei giovani talenti emergenti, già riconosciuti a livello internazionale. Torna, nell’ambito delle “Giornate Géza Anda” (20 21-22-23 luglio), Pietro De Maria – resident artist a Cervo per il triennio 2018-2020 – cui si unirà il vincitore del Concorso Pianistico Geza Anda 2018 per due recital pianistici e una Masterclass; e arriva un ospite d’eccezione, l’altrettanto celebre violoncellista Mario Brunello, in duo con Ivano Battiston alla fisarmonica, con un repertorio che spazia dal barocco all’epoca contemporanea. Poi i pianisti Federico Colli e Jeung Beun Sohn, Vincitore 1° Premio Assoluto ARD Music Competition Munchen 2017.

Si rinnova l’intesa con la Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova, con l’idea di stabilire una stimolante sinergia tra le realtà culturali della regione e di valorizzare le eccellenze musicali del territorio: Il concerto del 1 agosto con il Quintetto di Fiati del teatro genovese vuole essere la sigla di questa rinnovata collaborazione e di questa “rete” virtuosa tra istituzioni “produttrici” di cultura.

Un nuovo progetto, avviato per il triennio 2018-2020 con la Fondazione, prevede la realizzazione di un ciclo di concerti il cui fil rouge tematico sarà l’esecuzione di fantasie, parafrasi e trascrizioni per formazioni cameristiche di alcune tra le più celebri pagine del repertorio operistico.

Oltre a Bollani, arricchiscono il cartellone altri eclettici interpreti del jazz, a partire da Fabrizio Bosso, che torna a Cervo dopo due anni con il pianista Julian Oliver Mazzariello ; e ancora interpreti d’eccezione legati alle contaminazioni e alla musica popolare, come il Trio Servillo Girotto Mangalavite (voce, sax e pianoforte) e Vincenzo Zitello , che suonerà due arpe differenti della tradizione gaelica.

Completano il settore “classico” tante formazioni ed ensemble, alcuni più tradizionali (il Philharmonic String Quintet Berlin, con i solisti dei Berliner Philarmoniker e Roberto Issoglio al pianoforte), il Trio Marie Claudine Papadopoulos (violino) Alexandre Vay (violoncello), Dimitri Papadopoulos (pianoforte), il Kelemen Quartet , ensemble ungherese vincitore, nel 2014 , del prestigioso Concorso Borciani.

Torna infine, dopo alcuni anni di assenza, il duo voce-pianoforte, protagonista il soprano Daria Masiero accompagnata da Gisella Dapueto, con un repertorio legato alla liederistica romantica e all’opera lirica.

Per il teatro, da sottolineare la nuova collaborazione con il Festival di Borgio Verezzi, siglata dallo spettacolo del 3 agosto La leggenda di Moby Dick, con regia, testo e musiche – realizzate dal vivo – di Igor Chierici.

Nella rete delle consolidate collaborazioni con istituzioni musicali nazionali e internazionali – Fondazione Concorso Pianistico Internazionale “Geza Anda” di Zurigo, Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova – si rinnova quella con il Festival Paganiniano di Carro – tramite la prestigiosa Società dei Concerti di La Spezia – che prevede il concerto con i solisti dei Berliner, quella con il Festival Amfiteatrof di Levanto (oltre al concerto Magariello/Novarino, Federico Colli e il Kelemen Quartet), quella con il Festival delle Cinque Terre (concerto Brunello/Battiston).

Una “regionalizzazione” che vuole valorizzare – anche e soprattutto attraverso la cultura – il nostro territorio, dalla Provincia di Imperia fino alla provincia di La Spezia.

Avviata, infine, la collaborazione con le Scuole Secondarie di primo grado ad indirizzo musicale della Provincia di Imperia, che effettueranno un laboratorio sul Festival grazie al partenariato dell’Associazione “Cumpagnia du Servu” di Cervo: l’intento è quello di valorizzare e sostenere il pubblico del futuro. I giovani dell’Associazione “San Giorgio Musica” di Cervo accoglieranno invece il pubblico esponendo le guide all’ascolto della serata ed intervisteranno gli artisti prima dei concerti.

Walter Norzi

“Inizieremo sicuramente con il botto perchè Stefano Bollani sarà dei nostri. È una cosa molto particolare, è il suo tour e Cervo farà parte del suo tour con il nuovo disco.

Successivamente avremo con la collaborazione con Geza Anda, fondazione svizzera che collabora con Cervo, dove metterà sul campo dei pianisti straordinari. Ci sarà anche la masterclass tenuta dal maestro Pietro De Maria.

Altri momenti meravigliosi sono quelli dove verranno da noi a trovarci i Berliner Philharmoniker, quello sarà un momento di altissimo profilo da un punto di vista artistico.

Altri momenti jazz li avremo con Fabrizio Bosso che è un trombettista veramente amatissimo.

Un ritorno dopo 20 anni il violoncellista, uno dei più amati dal popolo italiano e conosciuto in tutto il mondo, che è Mario Brunello. Ormai è famoso perchè lui va a suonare solo più nelle Dolomiti, un momento straordinario.

Grosse novità, per la prima volta in 55 anni collaboriamo finalmente con il festival del teatro di Borgio Verezzi , con una operazione ‘La leggenda di Moby Dick‘, che è straordinaria. Ci saranno 2 attori e 12 percussionisti.

La magia a Cervo continua con grande forza e sarà stupendo. Poi tantissimi giovani, giovani meravigliosi che hanno vinto premi internazionali importantissimi e poi che useranno a Cervo come trampolino di lancio. Cervo ha portato fortuna a tanti giovani e quindi noi siamo contenti di ospitarli.

Quest’anno abbiamo fatto una collaborazione con la Croce d’Oro di Cervo, che è una organizzazione di autoambulanze che segue tutto il territorio dell’imperiese. Anche i disabili potranno venire al Festival e verranno aiutati appunto dalla Croce d’Oro. In questo queste persone che hanno già delle difficoltà riusciranno ad essere dei nostri e a godersi quindi qualche meraviglioso spettacolo del nostro Festival. Venite , vi aspettiamo”.

Gian Paolo Giordano

“Arrivare alla 55ª edizione con un festival così importante per un paese come Cervo, un piccolo Borgo di 1200 anni è una soddisfazione bellissima.

Io penso che quando ero ragazzino andavo a mettere le sedie e adesso sono il sindaco di un paese con una manifestazione del genere, non c’è che da essere soddisfatti.

L’anno scorso è stato un festival riuscitissimo, bellissimo. Grazie ai collaboratori come Walter Norzi riusciremo sicuramente a migliorarci. C’è un impegno da parte di tutti”.

Lina Cha

“Quello che mancava era il coinvolgimento con le scuole. Quest’anno attraverso la collaborazione con la nostra collaborazione, la Cumpagnia du Servu, abbiamo potuto attivare un progetto con le scuole , coinvolgendo sia le scuole di indirizzo musicale, che la scuola di musica San Giorgio, proprio di Cervo. Una opportunità veramente significativa per gli allievi che potrannoa vere sia l’opportunità di intervistare e contattare i musicisti del Festival e sia di presentare anche il programma nelle varie serate.

Questo mi lusinga e mi rende felice perchè quello che poensavo tanti anni fa, oggi si sta realizzando. Il Festival cresce e fa crescere. Cresce perchè si radica sul territorio in maniera sempre più significativa attraverso il coinvolgimento della base, dell’utenza. Fa crescere perche questi allievi saranno sicuramente dei fruotiroi più consapevoli del Festival di Musica da Camera, ma chissà che in futuro qualcuno di loro , giovane talento, non possa calcare il palcoscenico della piazza dei Corallini. Io questo veramente lo auguro a questi giovani”.

CLICCA QUI, per il programma completo.