Cronaca, Home — 2 luglio 2018 alle 18:06

“SE ENTRO DOMANI MATTINA NON SPARISCI, TI AMMAZZO”. 25ENNE MINACCIA E COLPISCE CON UNA MAZZA DA BASEBALL IL COMPAGNO DELLA MADRE, DENUNCIATO DALLA POLIZIA/I DETTAGLI

Ragazzo minaccia e aggredisce il compagno della madre. Denunciato dalla Polizia di Stato.

di Redazione

Schermata 2018-07-02 alle 18.06.08

Ventimiglia. Ragazzo minaccia e aggredisce il compagno della madre. Denunciato dalla Polizia di Stato.

“Io a te ti ammazzo. Se entro domani mattina non sparisci da Ventimiglia ti ammazzo”.

Sono queste le minacce che un giovane 25enne ha rivolto all’uomo che intrattiene, ormai da alcuni mesi, una relazione sentimentale con la madre, donna regolarmente separata.

Il ragazzo, che non abita con la madre, si sarebbe presentato alla porta di casa e, vistosi accolto dal compagno con il quale convive, gli avrebbe rivolto le frasi minacciose innanzi riportate e, non pago, lo avrebbe dapprima schiaffeggiato in volto e successivamente colpito con una mazza da baseball che portava con sé per poi allontanarsi.

L’uomo, che non aveva mai avuto contatti precedenti col ragazzo, rimaneva impassibile innanzi a tale immotivato comportamento e chiamava immediatamente il 112 N.U.E.

Gli agenti di polizia, raccolta la denuncia sporta dall’uomo, si recavano a casa del ragazzo.

Insospettiti dall’odore di marijuana che aleggiava nell’appartamento, i poliziotti decidevano di procedere a una perquisizione che dava esito positivo: in un cassetto della credenza della cucina rivenivano un trita erba e qualche grammo di sostanza stupefacente.

Il ragazzo, invitato a comparire innanzi gli Uffici di Polizia del Commissariato ventimigliese per ulteriori accertamenti, dichiarava agli operatori di fare uso abituale di sostanza stupefacente da almeno 5 anni, nello specifico di fumare uno o due spinelli al giorno.

Non forniva spiegazione alcuna in merito alle violenze perpetrate nei confronti del compagno della madre, asserendo però di volersi volontariamente sottoporre a cure disintossicanti.

A causa della sue condotte il ragazzo veniva denunciato per i reati di minacce e lesioni e segnalato alla Prefettura di Imperia come assuntore di sostanze stupefacenti.