LA SVOLTA. I PRESUNTI MANCATI PAGAMENTI DI ALVARO NAZZARENO AL NIGHT CLUB “NUITS MAGIQUES”

Attualità Home PROCESSO "LA SVOLTA"

La svolta

Imperia – La figura di Alvaro Nazzareno appare nell’ambito dell’indagine “La Svolta” poichè, nel febbraio del 2011 quest’uomo e Giuseppe Calabrese, sembra si siano recate svariate volte presso il night club “Nuits Magiques” di Sanremo gestito da Gianni Trifoglio legato, quest’ultimo, alla famiglia Marcianò e a Giuseppe Gallotta in quanto gli avevano “prestato” dei soldi.

I due visitatori del locale, Alvaro Nazzareno e Giuseppe Calabrese, a quanto riferito da Trifoglio, avrebbero accumulato un debito di circa 1000 euro al night club e non pagavano mettendo in risalto la loro appartenenza ad una famiglia malavitosa calabrese, la cosca Alvaro.

Testimonia così Puiu Camelia che, nel 2011 lavorò all’interno del locale night club “Nuits Magiques”come intrattenitrice dei clienti e, in quel contesto, ha conosciuto Alvaro Nazzareno : “Si è sempre comportato bene con noi, ha sempre pagato“. “Ha mai assisisti a delle liti tra il proprietario Gianni Trifoglio e Nazareno Alvaro?“chiede l’avvocato della difesa “No, mai, non so nulla di consumazioni non pagate da parte di Nazzareno“.

Interviene poi il presidente Luppi per approfondire il punto centrale dei presunti mancati pagamenti: “Non sa se la difficoltà dei pagamento dei dipendenti da parte di Trifoglio fosse legata al fatto che alcuni clienti non pagavano?” “Non lo so” risponde la signora Puiu. “Sono molto amica con il signor Alvaro, mi ha detto che è stato accusato che non pagava mai” “E che spiegazioni le ha dato in relazione a questa accusa?” chiede Luppi, “Mi ha detto che Gianni lo ha accusato ma è sempre stato pagato“.