Calcio, Calcio: Imperia, Home, Sport — 3 settembre 2018 alle 00:17

CALCIO ECCELLENZA: COPPA ITALIA, L’IMPERIA PERDE 2-1 SUL CAMPO DEL PIETRA LIGURE. NON BASTA FAEDO/TABELLINO E CLASSIFICA

Brutta battuta d’arresto per l’Imperia nella seconda giornata della Coppa Italia di Eccellenza.
La formazione guidata da mister Buttu è uscita sconfitta 2-1 dal campo del Pietra Ligure

di Redazione

40767826_391972748003227_3774360604811198464_n

Brutta battuta d’arresto per l’Imperia nella seconda giornata della Coppa Italia di Eccellenza. La formazione guidata da mister Buttu è uscita sconfitta 2-1 dal campo del Pietra Ligure.

Le formazioni

Imperia: Trucco, Pallini, Risso, Figone, Ambrosini, Faedo, Giglio, Castagna, Costantini, Chariq.
Pietra Ligure: Alberico, Bottino, Corciulo, Baracco, Badoino, Rovere, Zunino, Gaggero, Devia, Bonavia, Bianco.

La Cronaca – Non basta il gol di Faedo

I neroazzurri sono passati in vantaggio al 7′ del primo tempo Faedo, abile a finalizzare un assist di Costantini. L’Imperia, però, non è riuscita a difendere il risultato e, al 29′, è arrivato il pareggio dei padroni di casa per effetto di un’autorete di Risso.

Nella ripresa il Pietra Ligure ha trovato la rete del raddoppio con Bottino che, sugli sviluppo di un calcio d’angolo, non ha lasciato scampo a Trucco con un preciso colpo di testa. Inutili gli assalti finali dei neroazzurri, vicini al pareggio al ’90 con un colpo di testa di Castagna neutralizzato da Alberico con un grande intervento.

Manca un attaccante perché l’Imperia possa essere competitiva

La sconfitta sul campo del Pietra Ligure ha evidenziato tutti i limiti di un’Imperia che, se non interverrà sul mercato con l’acquisto di un attaccante di esperienza, difficilmente potrà competere per le prime posizioni nel campionato di Eccellenza ormai alle porte.

La mancanza di un finalizzatore, infatti, sembra essere una lacuna difficile da colmare senza volti nuovi nella rosa a disposizione di mister Buttu. Il solo Castagna, attaccante molto generoso, ma più dedito alle sponde e alla creazione di spazi per i compagni che alla finalizzazione, non può bastare per lottare ai vertici del prossimo torneo.

Risultati

Pietra Ligure-Imperia: 2-1
Ventimiglia-Alassio: 3-0

Classifica

Alassio 3 punti
Imperia 3
Ventimiglia 3
Pietra Ligure 3

 Dichiarazioni mister Pietro Buttu:

“Non mi aspettavo la sconfitta visto il primo tempo, sapevo che qui fosse dura. Mettiamoci che noi è un mese che lavoriamo insieme, abbiamo cambiato tanto, allenatore nuovo, la squadra è palesemente incompleta per fare un campionato da vertice. Abbiamo avuto un grande approccio, siamo andati secondo me immeritatamente sul pareggio perchè avremo meritato di chiudere in vantaggio il primo tempo per le occasioni avute. Nel secondo tempo abbiamo preso questo gol su palla inattiva e ci siamo disuniti un pò e questo non va bene, però siamo all’inizio. Avevamo pochi giocatori oggi e pochi ricambi, chi è entrato arrivava da infortuni e quindi diventa dura poi, specialmente all’inizio, andare a mille. La condizione di alcuni giocatori arriverà quindi non ne faccio un dramma, sono dispiaciuto per la sconfitta però andiamo avanti. Le mie squadre non sono pronte subito, abbiniamo che alcuni ruoli sono scoperti, di centrale difensivo oggi c’era solo Di Lauro, Ambrosini è adattato in quel ruolo, sono contento di Pallini 2001 al suo esordio che ha giocato bene, Risso fa il terzino sinistro pur non essendo il suo ruolo, purtroppo Pinna non ha potuto allenarsi, in attacco abbiamo soltanto due attaccanti di ruolo Castagna e Moscatelli che quest’ultimo ha avuto un piccolo fastidio, oggi ha giocato Chariq che non è proprio una attaccante anche se ha fatto discretamente bene, quindi la rosa va completata, la condizione idem e la conoscenza tra squadra e quel che voglio anche. Sapevamo che avremo affrontato un avversario difficile, peccato perchè con l’approccio che abbiamo avuto nel primo tempo, senza nulla togliere al Pietra, secondo me non abbiamo demeritato. Ora dobbiamo prepararci per l’ultima partita di coppa con l’Alassio, la società sta facendo il massimo per cercare di allestire una squadra competitiva, non possiamo affrontare il campionato di Eccellenza solo con Castagna davanti. Abbiamo un giovane 2000 molto interessante e di prospettiva che non è ancora tesserato, abbiamo bisogno di tutti con una panchina lunga per fare una stagione al vertice”.

Video sintesi: